23/06/2018quasi sereno

24/06/2018nuvoloso

25/06/2018quasi sereno

23 giugno 2018

Calcio

A Motta l'ex campione rossonero Boban

Partita tra amici per l'attuale numero due della Fifa Zvonimir Boban

Calcio

da sinistra Costantini, Boban e Basei

MOTTA DI LIVENZA - L’ex calciatore del Milan Zvonimir Boban venerdì scorso ha giocato un’ideale gara amichevole Croazia-Italia sul campo sintetico degli impianti dello stadio Samassa di Motta.

Un passato da telecronista Sky, Boban, classe ‘68, è attualmente vice segretario generale della Fifa. Proprio lui sta lavorando, ad esempio, alla riforma del mondiale per club, quella che un tempo era la Coppa Intercontinentale. Boban (4 scudetti e una Champions League in bacheca) dunque è sceso per la seconda volta, dopo una partita amichevole lo scorso anno, sul sintetico del Samassa guidando una selezione di amici croati, rigorosamente con la maglia a scacchi biancorsosi.

Di fronte c’era una selezione in maglia azzurra di amici di Treviso, guidata da Milko Capraro, organizzatore dell'eventio. Per la cronaca la gara è finita 8-6 per la squadra di Boban. «Lo scopo era trovarsi tra amici - ha detto Capraro - e ci siamo lasciati con la promessa di giocare il prossimo anno il ritorno del match a Zagabria».

Boban si è complimentato per l’impianto sportivo con i dirigenti della Liventina presenti in sede, il direttore generale Marino Basei e il direttore sportivo Maurizio Costantini (nella foto con "Zorro" Boban).
 

 

Altri Eventi nella categoria Calcio

Calcio

Al termine della prima giornata di Russia 2018, i giudizi non sono proprio entusiasmanti: le big stentano e i contenuti tecnici sono tutt’altro che eccelsi

Primo bilancio del Mondiale: Cristiano Ronaldo e poco altro

Cristiano Ronaldo escluso, diciamo che finora i Mondiali in Russia non è che abbiano espresso grande calcio. Il portoghese è stato protagonista nella gara più entusiasmante ed elettrizzante disputata finora, ma forse anche l'unica.

il pugno incriminato
il pugno incriminato

Calcio

Ieri il giudice sportivo si è pronunciato sull'episodio avvenuto a termine della finale provinciale Allievi di Montebelluna tra Treviso e Portomansuè

Pugno all'avversario, squalifica per sei mesi

MANSUÈ - Sei mesi di squalifica per il portiere delle giovanili del Portomansuè che colpì con un pugno domenica scorsa un avversario del Treviso.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×