20/08/2017quasi sereno

21/08/2017quasi sereno

22/08/2017quasi sereno

20 agosto 2017

Cronaca

Multe, ora 'piovono' dall'alto

commenti |

Multe che 'piovono' dall'alto grazie all'elicottero in grado di scattare foto anche a un chilometro di distanza. Un innovativo sistema di rilevazione delle infrazioni , si legge su studiocataldi.it, che si chiama 'Pegasus', sperimentato già da tempo in Spagna, dove è impiegato in prevalenza sulle strade statali.

Il sistema funziona utilizzando un sensore radar montato direttamente sugli elicotteri, che pattugliano le strade per intercettare e bloccare i guidatori imprudenti. Nello specifico, sul mezzo sono montate due telecamere che inquadrano il veicolo da sanzionare e la sua targa. I sensori calcolano la velocità fino a 360 km/h a un'altezza di 300 metri dal suolo, fino a un chilometro di distanza dal mezzo. Una volta registrata l'infrazione, questa viene inviata automaticamente al centro elaborazione dati e da qui al contravventore.

 

Dai dati registrati, sembra che la sperimentazione funzioni: il tasso di infrazioni rilevate in relazione ai veicoli controllati è risultato infatti molto più alto dei radar fissi: 17% contro 3,5%. Su 8500 veicoli controllati dal primo elicottero in un anno, in 428 ore di volo sono stati sanzionati 1.441 guidatori.

Nonostante la spending review, Pegasus potrebbe presto sorvolare anche il cielo italiano, quale utile impiego contro i trasgressori.

 

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

immagine della news

08/06/2017

Mogliano, dalle multe in arrivo due milioni

Il dato, relativo al 2016, è stato reso noto dal consigliere di opposizione Giovanni Azzolini: «L'Amministrazione ha raddoppiato il valore dell'anno precedente»

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×