17 settembre 2019

Oderzo Motta

Muore affogato a Jesolo, indagati i due bagnini

Nel frattempo la famiglia attende il nullaosta per poter celebrare il funerale, probabilmente a Ceggia

commenti |

Elhadji Malick Diagne

CESSALTO - Muore affogato nel giorno di ferragosto, iscritti al registro degli indagati i due bagnini della “Torretta 17” a Jesolo.

Erano loro in servizio il giorno di Ferragosto in cui ha perso la vita il 23enne di origini senegalesi Elhadji Malick Diagne (nella foto), residente a Ceggia e operaio in una ditta elettromeccanica di Cessalto.

Si era tuffato dal pedalò e dopo aver chiesto aiuto è sprofondato in mare. Il corpo senza vita era stato ritrovato nella mattinata di venerdì a 200 metri da dove si era tuffato.

E ora la procura di Venezia sta indagando sull’episodio. Il pubblico ministero Massimo Michelozzi ha disposto l’autopsia sul corpo del giovane.

E ha iscritto nel registro degli indagati i due bagnini in servizio che così potranno nominare i propri consulenti nel corso dell’autopsia.

L’esame sarà affidato al medico legale Giovanni Cecchetto, dell’Università di Padova. Il quale dovrà chiarire i dettagli del decesso.

Il funerale con tutta probabilità potrebbe essere celebrato a Ceggia, mentre il feretro sarà sepolto in Senegal. La famiglia dunque attende il nullaosta per l'ultimo saluto. 
 

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×