17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

19/08/2018sereno

17 agosto 2018

Cronaca

Muore d'infarto mentre fa l'elettrocardiogramma

commenti |

Una morte assurda. Un normale controllo, dopo un lieve malore ed è accaduto il peggio. Si è accasciato a terra, proprio davanti al medico mentre faceva un elettrocardiogramma sotto sforzo nel reparto di Cardiologia dell'ospedale Torrette di Ancona.

 

"L'autopsia ha confermato che si è trattato di un infarto" dicono all'Adnkronos dalla struttura sanitaria, precisando che sono casi rarissimi, "capita a uno su mille, ma può succedere". I medici hanno tentato di rianimarlo, ma per il 65enne di Offagna non c'è stato nulla da fare. Sempre allegro, Rolando era molto attivo nel paese nell'organizzazione di feste ed eventi.

 

"Non riusciamo a crederci: l'ultima volta che l'abbiamo incontrato è stato l'altro ieri al carnevale: era mascherato da minatore e beveva vin brulé..." scrive uno dei suoi tanti amici sui social. "Appena due giorni fa ci siamo visti" e "come sempre sei venuto portando con te il tuo solito buon umore".

 

"Terrò in ricordo il tuo altruismo, la tua semplicità e soprattutto il tuo sorriso - si legge in un altro -. Lascerai un gran vuoto presso la comunità di Offagna e a quanti ti hanno conosciuto". Oggi i funerali.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×