18 settembre 2019

Montebelluna

Il Museo di Montebelluna sconfina nelle Marche

Azione all'insegna della solidarietà

commenti |

MONTEBELLUNA - Il Museo di Montebelluna sconfina nelle Marche in un'azione all'insegna della solidarietà. Sarà infatti visitabile fino al prossimo 7 ottobre l'esposizione temporanea “Super Natural, quando la realtà supera la fantasia!” che il Sistema Museale dell’Università di Camerino propone nella città di Civitanova Marche presso l’Auditorium del Istituto Superiore “Leonardo da Vinci”. È questa l'ultima tappa del tour itinerante organizzato dal Sistema Museale vista l'impossibilità di realizzare l'idea originaria, antecedente l'evento sismico, di allestire la mostra presso la propria sede.

 

In alternativa sono stati individuati quattro luoghi marchigiani ad Osimo, Recanati, Macerata e Civitanova, dove presentare la mostra. Un'iniziativa carica di significati visto che si tratta di una mostra che il Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna – che già l'aveva allestita nella propria sede tra il 2013 ed il 2015 – ha concesso in prestito gratuito come sostegno per la ripresa delle attività dell'Unicam, l'Università di Camerino, dopo gli eventi sismici del 2016 che avevano colpito molti luoghi marchigiani.

 

Commenta il sindaco Marzio Favero: “Sono due gli aspetti da evidenziare: il primo è quello propriamente scientifico. La mostra realizzata con grandissima competenza dal personale del museo guidato dalla direttrice Monica Celi, ha trovato l'apprezzamento dell'Università di Camerino che prima del terremoto aveva chiesto di averla a disposizione ovviamente alle normali condizioni di prestito oneroso. Visto il prestigio dell'Università di Camerino trova conferma la crescita qualitativa registrata dal nostro Museo. Il secondo aspetto è quello della solidarietà. Dopo la tragedia, l'Università si è rimessa in moto e correttamente, come gesto di solidarietà tra istituzioni culturali, si è ritenuto di procedere con un prestito non oneroso. Un piccolo segno per dimostrare che i valori della cultura uniscono e responsabilizzano. Siamo davvero felici di apprendere che l'Università ha trasformatola mostra in un evento itinerante nelle Marche arricchendola di eventi collaterali e incontrando il gradimento del pubblico, specialmente scolastico”.

 

La Mostra – che già a Montebelluna aveva riscosso molto successo - presenta un confronto tra i fantastici poteri dei Supereroi dei fumetti con le meraviglie del mondo dei viventi: Capitan America, con il suo famoso scudo indistruttibile, porta i visitatori nel mondo delle strategia di difesa con corazze, gusci e armature degli animali; Flash introduce al mondo della velocità e si misura con la corsa del ghepardo, il volo del falco e altre specie primatiste di salto in alto ed in lungo… il tutto in un allestimento interattivo e coloratissimo, ricco di postazioni interattive, exhibit, video e multimedia. Un appuntamento dove il visitatore può mettersi in gioco in prima persona ed entrare in contatto con le meraviglie della Natura: riflettere sulle strategie con cui gli organismi hanno risposto alle sfide ambientali trovando soluzioni straordinarie per la sopravvivenza, rende la Mostra davvero unica ed eccezionale nel suo genere, adatta ad un pubblico di tutte le età.

 

Va ricordato che dopo il terremoto il Comune di Montebelluna aveva avviato una raccolta fondi da destinare alle popolazioni vittime del sisma e 10mila euro erano stati consegnati al Comune di Camerino il cui sindaco, Gianluca Pasqui, proprio lo scorso giugno aveva inviato una missiva di ringraziamento rivolta al collega sindaco di Montebelluna, alla giunta, al consiglio comunale e ai montebellunesi tutti.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×