19/09/2018quasi sereno

20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

19 settembre 2018

Politica

Musumeci: "Sarò presidente di tutti"

commenti |

Risultato quasi delineato per le elezioni regionali in Sicilia. Il candidato del centrodestra Nello Musumeci è in vantaggio su Giancarlo Cancelleri del M5S. I DATI DEGLI SCRUTINI - Quando mancano meno di 1.000 sezioni da scrutinare (siamo a 4.401 su 5.300) Musumeci è al 39,7% contro il 34,8% di Cancelleri. Il rettore Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra, si ferma al 18,5%. A seguire il candidato della Sinistra Claudio Fava con il 6,1% e Roberto La Rosa (Siciliani Liberi) allo 0,7%. Non è previsto ballottaggio. Lo spoglio delle schede elettorali è iniziato alle 8.

MUSUMECI - "Mi scuso del ritardo, ma sono particolarmente prudente e volevo certezza di un risultato consolidato. Sono felice di avere ricevuto il consenso per un ruolo di così grande responsabilità. Voglio essere e sarò il presidente di tutti i siciliani, di chi mi ha votato e di chi, legittimamente, ha votato altri candidati o non ha partecipato al voto" ha detto in conferenza stampa a Catania il neo presidente della Regione.

LA DEDICA - "Voglio dedicare questa vittoria ai miei tre figli (uno è scomparso negli anni scorsi, ndr) e a tutti i figli dei siciliani. Hanno diritto a un futuro migliore" ha aggiunto Musumeci. "E' stata una campagna elettorale avvelenata da cadute di stile, ma è acqua passata. Avverto il peso di una grande responsabilità e sono certo che incontrerò problemi per la situazione drammatica della mia terra, la stagione più difficile dei 70 anni dell'autonomia".

ULTIMO IMPEGNO - "Crediamo davvero nell'unità d'Italia, ma si realizza se il Sud smette di arrancare e cresce con le stesse opportunità delle regioni del Nord. L'Italia unita è una garanzia e noi la vogliamo assicurare e tutelare" ha detto il neo presidente, che ha anche spiegato che sarà il suo "ultimo impegno politico".

M5S - Intanto Beppe Grillo e Davide Casaleggio sorridono guardando all'exploit del M5S alle regionali e al buon risultato ottenuto da Cancelleri. "Possiamo dire che c'è stata tanta soddisfazione per il risultato", riferiscono all'AdnKronos fonti della comunicazione 5 Stelle. Il Movimento si è attestato come prima forza politica ottenendo più del 26% dei consensi. Al secondo posto, distante dieci lunghezze, Forza Italia sopra il 16%.

URNE PRESIDIATE - Dopo la chiusura delle urne, alle 22 di domenica, i seggi elettorali sono stati guardati a vista per tutta la notte: polizia, carabinieri e finanzieri hanno controllato le urne contenenti le schede degli oltre due milioni su 4,5 milioni di siciliani andati al voto.

AFFLUENZA - L'affluenza si è attestata al 46,76% (2.179.474 elettori su 4.661.111), in leggero calo rispetto a cinque anni fa, quando fu del 47,41. A Messina la partecipazione più alta con il 51,69% poi Catania con il 51,58, Siracusa 47,55, Ragusa 47,48, Palermo 46,4, Agrigento 39,6 e Caltanissetta 39,83%. In coda Enna con il 37,68% (dati Istituto Piepoli-Noto per la Rai).

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×