20 agosto 2019

Mutandoni verdi fritti (alla fermata del treno)

Categoria: Notizie e politica - Tags: Cota, Berlusconi, Giorgio Napolitano, Renzi, Simpson

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti | (4)

Ultime notizie!

Per un po' faccio la strillona. E informo i soliti indaffarati su quanto è successo nelle ultime tot ore.

Be', lo sapete: è scomparso Nelson Mandela. Aveva 95 anni e la consapevolezza di "aver vissuto". Ci lascia, in tempi di crisi di buoni esempi, un buon esempio e - tra le tante - una riflessione bellissima: "Un vincitore è un sognatore che non si arrende mai". Un suggerimento, tipo che dovremmo appendercelo allo specchio del bagno quando ci facciamo la barba (pure se siamo imberbi).

Le faccenduole più lustrinate e goduriose comunque hanno il Made in Italy bene in vista (sia mai che qualcuno si prenda la briga di contraffarle). Nell'ordine:

Berlusconi ha detto che sta coi Grillini; che uno dei suoi rappresentanti (non ricordo il nome, ma tanto non mi direbbe nulla di più) è "simpatico" tanto che l'extraparlamentare l'ha invitato ad Arcore. Berlusconi dice anche che Napolitano "lo odia" e quindi lui, Berlusconi,lo vuole impicciare.

Il presidente della regione Piemonte, Cota, non odia nessuno, ma ama le valigie Samnsonite, i mutandoni verde kaki e il dvd Fair Game. Li ama così tanto che li ha comprati, insieme ad altre cose per un totale di alcune migliaia di euro, con i soldi dei contribuenti. Poi ha detto (alla Procura, no al vicino di casa) che lui non voleva farlo, che la colpa è stata della sua segretaria,  che si è sbagliata a farsi rimborsare gli scontrini. Lei, la segretaria, mentre allattava la bimba che ha appena avuto, ha risposto che di solito è il Presidente ad assumersi la responsabilità delle spese. E che, insomma, si assuma anche la responsabilità del colore delle mutande.

E' un vero peccato che tutto questo non arrivi al livello di una buona sceneggiatura perché un film come "Mutandoni verdi fritti alla fermata del tram" potrebbe essere un successo. Certo: dovrebbe essere interpretato minimo da Al Pacino (ma dubito che accetti di fare la parte dei mutandoni).

Oltre a tutto questo, succede che Prodi ha deciso di votare per le primarie, che l'Italia giocherà con l'Inghilterra non so quale partita e che Renzi vorrebbe "rottamare i Simpson". E questa mi pare la ragione migliore per votare Renzi. Ammesso che.

Perché non so se anche voi avete un figlio adolescente con cordata di amici al seguito che si appostano nel salotto e si spalmano davanti ai Simpson. Guardando quel cartone demenziale perdono ogni contatto col mondo (cioè con Grillo, Berlusconi, Cota e i suoi mutandoni...) e così facendo non capiscono quanto sia indispensabile, per la loro crescita, cogliere l'essenza di quanto succede oltre Homer.

Comunque domani è domenica. Un'altra volta.

 



Commenta questo articolo


I Simpson non si toccano! Nonononononono.

segnala commento inopportuno

Lasciatemi stare i Simpson e piuttosto rottamiano Berlusconi Renzi ecc ecc ecc.........

segnala commento inopportuno

Scusi Direttora, ma lei sgretola d'embée le mie certezze!
ma il Nanodiarcore e la Nipote di Mubarak, Fonzi-Renzi, la Pitonessa, Bersani Gargamella, Dudù, i guru Grillo & Casaleggio, Bruneto el naneto cativeto, Niki Silvestro, Letta zio e nipote, la Ministra Nera, The Family col Trota... e tutti gli altri personaggi che infestano la tivvù non fanno forse parte dei Simpson? io credevo di si e che Homer fosse il nostro Presidente del Consiglio!

segnala commento inopportuno

... risposte serie e costruttive eh?

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×