12 dicembre 2019

Vittorio Veneto

Negozi senza addobbi Alpini, Ascom: "Ad attività in franchising non interessa"

La replica del presidente di Vittorio Veneto Paludetti alle accuse lanciate nei giorni scorsi

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Negozi senza addobbi Alpini, Ascom:

VITTORIO VENETO - Erano stati accusati di “dormire”, perché molti negozi a Vittorio Veneto non esponevano addobbi alpini nei giorni dell’Adunata del Piave.

 

Oggi è arrivata la replica di Michele Paludetti, presidente dell’Ascom: “Non comandiamo su tutto il commercio del territorio, possiamo limitarci a indirizzare e a consigliare di comportarsi in una certa maniera”.

 

Il ruolo dell’associazione, ha spiegato il presidente, può riguardare al massimo un incoraggiamento o delle linee di indirizzo su certe iniziative, ma non può certamente diventare impositivo. E non è tutto. “Molti negozi del centro non sono associati Ascom – prosegue Paludetti – Gran parte delle attività “centrali” sono in franchising, e spesso non hanno interesse ad eventi e iniziative sul territorio. Noi peraltro non possiamo andare dai negozi che non fanno parte di Ascom”.

 

C’è un pizzico di delusione per la questione sollevata in città, anche se il compito dell’associazione rimane ben chiaro: “L’Ascom ha un altro compito, che è quello di dare servizi ai propri associati. Prendono sempre noi perché abbiamo confronti più diretti col Comune. Facciamo quello che possiamo con quello che abbiamo: si può migliorare, ma deve muoversi anche chi critica”.

 

L’ultimo pensiero del presidente è andato quindi agli alpini vittoriesi, che nelle scorse settimane avevano ampiamente imbandierato le vie della città, preparandola a questi tre giorni di adunata a Treviso.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×