20/03/2019sereno

21/03/2019sereno

22/03/2019sereno con veli

20 marzo 2019

Italia

Nel 2012, sequestrata droga per 130 milioni di euro

commenti |

ROMA - La lotta alla droga si è intensificata. E, parrallelamente, il traffico di stupefacenti è aumentato.

Nel 2012 la Gdf ha sequestrato oltre 30 tonnellate di stupefacenti (hashish kg 25.369, cocaina kg 4.044, eroina kg 370, altre sostanze kg 374). In totale, si tratta di quasi 10 tonnellate in più rispetto al 2011, con la denuncia di 7.597 responsabili e l'arresto di 2.548 narcotrafficanti. Il valore dei beni sequestrati ai trafficanti di droga ammonta a 130 milioni di euro.

 

Ingenti quantitativi di stupefacenti, destinati ad essere introdotti in Europa, sono stati sequestrati al di fuori dei confini nazionali all'esito di operazioni congiunte condotte in pieno Oceano Atlantico e nel bacino del Mediterraneo dalle unità aeronavali della Guardia di Finanza. C'è poi il contrabbando di sigarette, per il quale l'Italia non è soltanto mercato di consumo, ma anche area di transito in direzione di paesi ove le specifiche imposte sono più elevate, come testimoniano le tonnellate bloccate nei porti di Venezia, Ancona, Gioia Tauro, Brindisi, Bari, Genova, Napoli, Cagliari e Taranto. Qui i tabacchi giungono in grandi quantitativi nascosti nei "doppifondi" dei mezzi di trasporto o occultati in container scortati da documentazione doganale fittizia.

 

Nel 2012 sono state sequestrate oltre 294 tonnellate di tabacchi lavorati esteri, con la denuncia di 3.161 responsabili, di cui 325 in arresto. Più di 17 tonnellate di "bionde" sono risultate contraffatte, mentre 212, pari a circa il 72% del totale, sono "cheap white" ossia sigarette prodotte nei paesi di provenienza, fra cui Russia, Emirati Arabi Uniti ed Ucraina, ma irregolarmente introdotte nel nostro territorio in quanto non rispondenti agli standard di produzione e commercializzazione previsti dall'Unione Europea. In netto aumento anche i sequestri di sigarette elettroniche recanti marchio CE contraffatto, quasi tutte di origine cinese.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×