12 novembre 2019

Castelfranco

Nel fiume Muson tornano i germani reali

Dopo la presenza di un ibis sacro, pochi mesi fa, ora anche le anatre selvatiche

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

ASOLO – I germani reali non si vedevano da anni lungo il corso del Muson ad Asolo ma probabilmente una migliore qualità ambientale ha indotto I volatile selvatici a insediarsi lungo il fiume. Qualche mese fa l’ibis sacro, ora un folto gruppo di germani selvatici con tanto di piccoli al seguito: il fiume Muson nel territorio di Villa d’Asolo, torna ad attrarre diverse specie di uccelli migratori.

“Asolo continua ad attrarre i viaggiatori. - commenta il sindaco Mauro Migliorini - Umani o animali che siamo, in tanti identificano nel nostro territorio il luogo ideale dove rimanere. E il fatto che molti ci scelgano dimostra come una costante e continuativa azione a tutela dell’ambiente e della biodiversità rappresenti la via maestra per preservare e valorizzare il nostro territorio”.

Si tratta di una specie che solitamente stazioni durante la migrazione ma che pare abbia deciso di fermarsi stabilmente e per tutelarne la presenza nel canale consortile in via della Sega a Villa d’Asolo, il Comune di Asolo ha provveduto ad avvisare il Consorzio Piave, guardiano della zona, e a mobilitare l’Ufficio Lavori pubblici affinché non venga eseguito lo sfalcio dell’erba lungo il corso d’acqua.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×