17 novembre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

“Abbiamo detto no a nuovi vigneti, ma il sindaco non ci bada"

Il gruppo "Per i Nostri Bambini - gruppo Vallata" lamenta: “Oggi: giusto 2 mesi che abbiamo inviato un parere legale al sindaco”

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

FOLLINA - Il gruppo "Per i Nostri Bambini - gruppo Vallata" lamenta che a due mesi dall’invio di un parere legale redatto dall’avvocato Gianni Lorenzetto, con una lettera di richieste, tutto ancora tace. Tra le istanze del gruppo: il rispetto del regolamento intercomunale di polizia rurale e delle norme tecniche operative del piano degli interventi; la tutela della salute pubblica applicando il principio di precauzione, la salvaguardia di ambiente e fauna; lo stop alla monocoltura e all’uso di pesticidi in agricoltura.

“Riteniamo doveroso che il Sindaco di Follina, per il ruolo che ricopre, si premuri a dare un riscontro urgente – si legge nel comunicato del gruppo -. In riferimento al parere legale inviato in data 8 febbraio 2019 relativo al permesso di nuovi impianti a vigneto pari a 35 campi di calcio in zone classificate esondabili o soggette a ristagno idrico e successive interrogazioni poste a vari livelli dal Comune fino alla Camera dei Deputati passando per la Regione Veneto, ad oggi rendiamo noto che il primo cittadino del comune di Follina geom. Mario Collet continua a non adempiere ai propri doveri istituzionali ignorando di fatto una richiesta formale fatta da cittadini del comune che attualmente amministra. Un Sindaco dovrebbe essere vicino alle esigenze dei cittadini soprattutto quando si tratta di salute pubblica e salvaguardia del territorio”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×