06 dicembre 2019

Castelfranco

“Dove volete mettermi, in quarantena?”

È stata la replica della consigliere indipendente Grazia Azzolin alla richiesta del capogruppo della Lega di spostarla lontano dalla maggioranza

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

“Dove volete mettermi, in quarantena?”

CASTELFRANCO Grazia Azzolin ha formalizzato l’uscita dalla maggioranza consiliare e dalla Lega spiegando le sue ragioni ed al termine dell’intervento il capogruppo Fabrizio Baraciolli ha replicato: “Non stiamo affossando la città come dice Azzolin e poiché è uscita dalla maggioranza e dalla Lega chiedo per chiarezza al presidente del consiglio, affinché questa distanza sia anche fisica, che anche tra i tavoli la Azzolin abbia una diversa posizione. Inoltre, per i media chiedo non sia più definita consigliere della Lega”.

Una sorta di cacciata quella pronunciata da capogruppo alla quale Azzolin ha risposto: “Dove volete mettermi in quarantena? Fino al 2020 ho diritto al mio banchetto chiedo almeno un po’ di eleganza: sono una donna rispettosa delle regole non ho scheletri nell’armadio e guardando il sindaco negli occhi posso dire di non aver mai attaccato nessuno senza motivo. Un minimo di eleganza vi invito ad averla perché qui siamo nel consiglio comunale di una cittadina di 34mila abitanti e abbiamo anche responsabilità educativa. A questo punto mettetemi dove volte anche seduta sul tavolo della presidenza”.

Quanto alle regioni che l’hanno portata a dichiararsi indipendente la consigliere ha spiegato che da giugno 2017 a seguito di una sua interrogazione sul degrado e la sicurezza in centro storico si sono interrotti tutti i rapporti con la maggioranza e si è trovata immotivatamente esclusa da tutti i preconsigli: “Ho visto amici che mi hanno evitata e alle mia richiesta di motivazioni o si allargava le braccia o ci si girava dall’altra parte. Mi è stato riferito da più parti di mancanza di empatia da parte del sindaco nei miei confronti. Invece io nonostante tutto sindaco la ringrazio per avermi concesso di entrare in lista e prendo atto di questa antipatia, sono debolezze umane che abbiamo tutti, ma confermo che continuerò a lavorare per tutto il tempo che avrò a disposizione per il bene della mia città. Ho uno spirito costruttivo che spero non mi abbandoni mai”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×