09 dicembre 2019

Castelfranco

"L'ospedale di Castelfranco è un cadavere? Conosciamo l’autore del delitto"

Rivolta sui social scatenata dalle parole di Zaia

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CASTELFRANCO – Sono decine i commenti poco lusinghieri nei confronti del governatore Zaia dopo la sua affermazione sull’ospedale di Castelfranco Veneto, definito “cadavere eccellente”. Il più tagliente però è quello dell’ex sindaco Maria Gomierato, che proprio in virtù del suo ex ruolo istituzionale ha ritenuto di controbattere alle affermazioni di Zaia con un commento sagace: “Se l’ospedale di Castelfranco è un “cadavere eccellente” conosciamo l’autore del delitto, reo confesso, e i suoi complici. 800 anni di storia cancellati in 10 anni di Lega”.

Il Comitato “Difendiamo il nostro ospedale” ha pure lanciato un invito a tutti i castellani affinché rispondano a tono, ma con civiltà, alle affermazioni del governatore nella pagina Facebook di Luca Zaia. Qualcuno potrebbe pensare a una reazione da parte degli oppositori politici ma a criticare la politica del Carroccio sull’ospedale ci sono pure i leghisti, come si legge in un commento: “Sempre votato lega ma qua a Castelfranco noi abbiamo proprio gli incapaci... sta roba dell'ospedale: via avete sbagliato. Salvini a Roma ma qua a Castelfranco basta lega”.

Intanto nella pagina social di Zaia in molti stanno scrivendo parole di biasimo al punto che il social media manager del governatore continua a pubblicare una frase “copia incolla” dove di volta in volta cambia il nome della persona a cui rispondere: “Buonasera Sig.ra… , può gentilmente illustrare la sua situazione alla mail dir.presidente@regione.veneto.it che verifichiamo. La ringrazio”. Fatto che ha a sua volta destato critiche. Il San Giacomo sarà anche un “cadavere eccellente” ma a Castelfranco i cittadini sono vivi e vegeti.
 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×