13 novembre 2019

Benessere

Farmaci: Usa, nuovo accordo da 260 mln dollari a un'ora da processo oppioidi.

AdnKronos | commenti |

AdnKronos | commenti |

Roma, 21 ott. (Adnkronos Salute) - Due contee dello Stato americano dell'Ohio si sono accordate con quattro aziende tra farmaceutiche e grossisti alla vigilia di un importante processo federale che avrebbe dovuto stabilire le responsabilità dell'epidemia di dipendenza da oppioidi. L'intesa da 260 milioni di dollari è emersa appena un'ora prima che iniziassero le discussioni in tribunale, riporta il 'Washington Post'.

L'accordo è stato raggiunto dai distributori di medicinali McKesson Corp., AmerisourceBergen e Cardinal Health e da Teva Pharmaceuticals, il produttore israeliano di oppioidi generici. Non include il quinto imputato, Walgreens, catena di farmacie che è stata citata in giudizio per la propria operazione di distribuzione. Non è chiaro se ora il processo proseguirà con Walgreens come unico imputato. Un sesto imputato, Henry Schein Medical, ha lasciato il contenzioso dopo aver raggiunto un accordo da 1,25 milioni di dollari con le contee querelanti. I dettagli dell'intesa saranno annunciati nelle prossime ore.

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×