13 novembre 2019

Ambiente

Gestione dei rifiuti, ecco un esempio di economia circolare.

AdnKronos | commenti |

AdnKronos | commenti |

Roma, 22 ott. - (Adnkronos) - Flotta aziendale più sostenibile per un progetto di economia circolare. Con questo obiettivo Contarina S.p.A, società pubblica per la gestione dei rifiuti nei 49 Comuni in provincia di Treviso, e Liquigas S.p.A., società nella distribuzione di Gpl e Gnl per uso domestico, commerciale e industriale, presentano un modello di partenariato pubblico-privato finalizzato all’utilizzo di Gnl (gas naturale liquefatto) e Gnc (gas naturale compresso) per l’alimentazione della flotta per la raccolta dei rifiuti urbani di Contarina.

Il progetto prevede la riconversione a gas del 60% degli automezzi di Contarina, attualmente per la maggior parte a gasolio, resa possibile dalla realizzazione e approvvigionamento da parte di Liquigas di un impianto di stoccaggio ed erogazione di Gnl (Gas Naturale Liquefatto) e Gnc (Gas Naturale Compresso). L’utilizzo del gas comporta infatti vantaggi ambientali, riducendo l’inquinamento e quindi i rischi per la salute. Rispetto al gasolio, ad esempio, il Gnl produce oltre il 20% in meno di emissioni di Co2eq, minimizzando quelle di So2 e di Pm10 (oltre il 95% in meno).

La realizzazione dell’impianto di stoccaggio ed erogazione del Gnl e Gnc, pone le basi per l’impiego futuro del biometano prodotto dal trattamento della frazione organica, consentendo a Contarina di utilizzare carburante sostenibile autoprodotto per l’alimentazione dei propri mezzi impiegati nella raccolta dei rifiuti. Un progetto che a regime consentirà a Contarina di valorizzare ulteriormente il rifiuto raccolto e correttamente differenziato dai cittadini, generando valore per il territorio in un’ottica di economia circolare.

Questo progetto, spiega il presidente di Contarina Spa, Sergio Baldin, "è un esempio di come sviluppo e tutela del territorio possono convivere, portando concreti vantaggi ambientali ai cittadini fin da subito, a partire dal miglioramento della qualità dell’aria nei Comuni serviti grazie alla riduzione delle emissioni di Co2. Il nostro impegno è quello di investire nella mobilità sostenibile, generando valore nelle varie fasi della gestione dei rifiuti: dalla raccolta, con la riconversione della nostra flotta aziendale a metano, al trattamento finale, attraverso la valorizzazione della frazione organica che in futuro sarà utilizzata per produrre biometano per l’alimentazione degli stessi mezzi impiegati per la raccolta porta a porta".

“Questo progetto rappresenta la dimostrazione del fatto che grazie alla collaborazione tra pubblico e privato si possono realizzare concretamente interventi in grado di generare una diretta e tangibile riduzione dell’impatto ambientale di un processo come quello della raccolta porta a porta dei rifiuti. Grazie a questo progetto, replicabile in contesti analoghi, Contarina ha l’opportunità di far evolvere i propri servizi in chiave sostenibile, garantendo vantaggi alla collettività” sottolinea Andrea Arzà, amministratore delegato di Liquigas.

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×