17 novembre 2019

Vittorio Veneto

Condannata a otto mesi di reclusione

Non soccorse un ciclista che finì in coma

admin | commenti |

immagine dell'autore

admin | commenti |

Una donna di Cordignano, Costanza Bertolla, di 53 anni, fu condannata a otto mesi di reclusione per omissione di soccorso e la patente le fu sospesa per 18 mesi: nel 2006 non si era fermata dopo aver investito in via San Rocco a Colle un ciclista, Loris Andreetta, allora 33enne, finito in coma. La donna è stata invece assolta dall'imputazione di lesioni colpose. La pena è stata condonata per l'indulto. Ieri in tribunale a Conegliano si è tenuto in processo. La donna si è giustificata dicendo di essere stata abbagliata da un furgone e di avere sentito un colpo che però ha scambiato con un sasso. Tornata a casa e visto anche lo specchietto rotto è tornata sul posto e ha capito cos'era successo. Il ciclista, trasportato all'ospedale di Treviso, è stato operato alla testa ed è rimasto in uno stato di coma dal quale non si è mai definitivamente ripreso. Secondo l'avvocato difensore della donna il ciclista avrebbe avuto un tasso alcolico di 2,1 g/l e le cuffiutte di un lettore mp3 che lo avrebbero portato a compiere manovre poco prudenti. Inoltre la bicicletta non avrebbe avuto la luce accesa.

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×