12 dicembre 2019

Esteri

Gp di Spagna, Lorenzo conquista la pole position

Valentino Rossi quinto

commenti |

commenti |

Gp di Spagna, Lorenzo conquista la pole position

JEREZ - Jorge Lorenzo conquista la pole position e Valentino Rossi scatterà dalla quinta posizione nella griglia del Gp di Spagna. A Jerez l'iridato Lorenzo, che proprio oggi compie 26 anni, in sella alla Yamaha ufficiale ha centrato la pole con il tempo di 1'38''673. La prima fila tutta spagnola è completata dalle due Honda ufficiali di Dani Pedrosa e Marc Marquez. Quarto il britannico Cal Crutchlow con la Yamaha del team privato Tech3.

Rossi si è piazzato quinto ad oltre mezzo secondo dal compagno di squadra e nei minuti finali delle qualifiche, nel tentativo di migliorare il suo tempo, è caduto senza conseguenze. Alle spalle di Rossi si sono piazzati lo spagnolo Alvaro Bautista (Honda), lo statunitense Nicky Hayden (Ducati) e il tedesco Stefan Bradl (Honda). Andrea Dovizioso, in sella alla Ducati ufficiale, ha chiuso in nona posizione e domani scatterà dalla terza fila.

La top ten è completata da Hector Barbera (Ftr), mentre Andrea Iannone con la Ducati del team Pramac si è piazzato undicesimo. Oltre a Rossi sono finiti sull'asfalto anche Crutchlow e, pochi secondi prima della bandiera a scacchi, Pedrosa. Caduta senza conseguenze anche per Marquez nelle ultime libere.

''Il quinto posto in griglia era il nostro obiettivo minimo, ma si poteva fare meglio''. Valentino Rossi non nasconde un po' di rammarico dopo le qualifiche. Il 'dottore' nei minuti finali delle prove ufficiali è caduto senza conseguenze. ''E' andata bene anche se di solito è meglio non cadere'', dice il pilota della Yamaha ai microfoni di Mediaset.

''Quando ho aperto il gas ero molto piegato e la moto mi si è chiusa davanti, ma sono solo scivolato. Non è un problema, tranne che per i danni alla moto. Peccato, anche nel giro precedente ho avuto un 'avvertimento' altrimenti sarebbe stato molto buono e potevo anche essere in prima fila'', sottolinea il campione di Tavullia, che comunque ha evitato guai peggiori. ''Bisogna cercare di stare con loro quattro, il passo è buono e avere altri davanti non sarebbe stato un bene. E' la mia migliore qualifica quest'anno e sono contento, peccato solo per la caduta alla fine che ha rovinato la moto ma l'importante è che non mi sono fatto male''.

Rossi ora si concentra sulla gara. ''Sarà importante fare una buona partenza, le prime due quest'anno sono andate bene e domani sarà fondamentale. Bisognerà capire che passo si riuscirà a tenere nella seconda parte della gara. Non siamo messi male per quanto riguarda il setting, la moto è abbastanza bilanciata ma dobbiamo provare qualcos'altro''. Poi, sugli pneumatici: ''Le gomme sono troppo morbide. Le moto ora sono più pesanti e veloci rispetti a un padio di anni fa e le gomme sono troppo al limite''.

(Adnkronos)

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×