12 dicembre 2019

Esteri

Gli Abba come non li avete mai visti

Stoccolma apre il museo dedicato band pop svedese

commenti |

commenti |

Gli Abba come non li avete mai visti

STOCCOLMA - A pochi passi dal centro di Stoccolma, apre (finalmente) le porte ai visitatori il museo degli Abba, la band pop svedese che si è sciolta trent'anni fa ma che continua a raccogliere migliaia di fan in tutto il mondo.

 

Lo spazio espositivo (2000 metri quadri su cinque piani), ricavato all'interno del più grande Swedish Hall of Fame, sull’isola di Djurgarden, raccoglie costumi, musica, strumenti e altre memorabilia del gruppo tornato alla notorietà qualche anno fa grazie al musical ed al successivo film di 'Mamma Mia!'. L'intento del progetto è quello raccontare la vera storia dello storico quartetto scandinavo (Björn Ulvaeus, Benny Andersson, Agnetha Fältskog e Anni-Frid Lyngstad, quest'ultima meglio conosciuta come 'Frida') che dagli anni Settanta a oggi ha venduto qualcosa come 378 milioni di dischi e che con le sue canzoni ha riempito le piste da ballo dell'intero pianeta.

 

"Nel museo i visitatori potranno vederci di nuovo insieme. Credo molto più da vicino di come ci hanno mai visto finora", ha spiegato ai giornalisti Björn Ulvaeus, chitarrista e cantante degli Abba, nonché ex marito di Agnetha Fältskog. L'idea di diventare un "pezzo da museo", mentre ancora in vita, inizialmente aveva bloccato Björn Ulvaeus nel lancio del progetto di un museo dedicato a lui e i suoi amici. Alla fine, però, il chitarrista si è convinto, ed ora partecipa attivamente alla gestione del spazio che permette di conoscere il mitico gruppo di Dancing Queen e Waterloo in modo multimediale. Per chi entra nel museo c'è anche l'opportunità di sentirsi parte degli Abba e cantare con loro grazie a una programma di ologrammi che proitta virtualmente sullo sperimentatore di turno gli abiti della mitica band. I biglietti d'ingresso, validi per l'intero edificio, sono già diponibili sul sito ufficiale del museo e comprendono due mostre permanenti.

 

(Ign)

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×