08 dicembre 2019

Castelfranco

LA VIDEOSORVEGLIANZA ARRIVA ANCHE NELLE FRAZIONI

Ad annunciarlo il sindaco dopo il potenziamento del sistema nel capoluogo

Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

Matteo Ceron | commenti |

Castelfranco - La videosorveglianza arriverà anche nelle frazioni. Ad annunciarlo il sindaco Maria Gomierato, a poche settimane dall’installazione di venti nuovi “occhi” nel capoluogo.

«Parteciperemo sicuramente al nuovo bando regionale per finanziare almeno parte del potenziamento della rete di videosorveglianza», dichiara il sindaco. L’intenzione di far arrivare il “grande fratello” anche in piazza a Salvarosa, piuttosto che a Campigo o nelle altre frazioni c’è eccome. «Il sistema di videosorveglianza sta dimostrando la sua utilità. Si tratta di un investimento che dà risultati convincenti, sia per effettuare indagini, sia a scopo preventivo», incalza il sindaco.

Quindi tutti sotto la lente d’ingrandimento. E la privacy? Un problema che evidentemente non preoccupa se raffrontato alla presunta necessità di sicurezza, anche se la questione non manca mai di far discutere. Attualmente nel capoluogo si contano 42 videocamere, tutte collegate al comando dei vigili urbani e alla caserma dei carabinieri (con il potenziamento del sistema, a breve ci dovrebbe essere persino l’installazione di un maxischermo per tenere sott’occhio meglio la situazione). Il loro numero è appena stato raddoppiato, si sta finendo con i collaudi; solo tre gli “occhi” che devono essere messi a punto. Entreranno in funzione tra pochissimo.

Il potenziamento del sistema di videosorveglianza si sta effettuando per fasi successive. Il Comune di Castelfranco negli ultimi anni ha ottenuto due finanziamenti regionali per altrettante trance di lavori. Lavori costati ciascuna volta all’incirca 300 mila euro. Un terzo dei fondi è arrivato da finanziamenti regionali. Ora appunto si sta pensando ad un terzo stralcio. «Si arriverà alle frazioni – continua il sindaco Gomierato –, in particolare nelle zone delle scuole e nelle piazze, dove sono concentrati i bar e le attività commerciali. Mentre nel capoluogo si andrà a coprire più capillarmente la zona della stazione, quindi i parcheggi sia a nord che a sud».

Sempre in materia di videosorveglianza, di recente la Giunta comunale ha approvato anche un accordo di programma con la Prefettura ed altri comuni del Marca, nell’ambito delle sessioni itineranti del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: “Protocollo d’intesa in materia di videosorveglianza”. Il documento, come si legge nella delibera di Giunta, “ha come obbiettivo la definizione delle modalità d’impiego e degli scopi connessi all’utilizzazione del sistema di videosorveglianza da attivare, ovvero già attivati, nei territori dei comuni firmatari, nel quadro delle azioni concrete e sinergiche volte alla prevenzione ed al contrasto dell’illegalità”. «La creazione di questo coordinamento – spiega la Gomierato – comporterà anche la formulazione di richieste in rete con altri comuni della zona, rendendo più probabile l’ottenimento di finanziamenti regionali».

MC

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

14/02/2018

Sicurezza, nuove videocamere a Motta

Con una variazione di bilancio, previsto l'ammodernamento delle cinque videocamere già in funzione. Prossimo step, l'acquisto di ulteriori occhi elettronici

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×