13 novembre 2019

Conegliano

CONEGLIANO PRIMA IN ITALIA PER L'INTEGRAZIONE GIOVANILE

Il comune è al vertice della classifica ministeriale per il progetto “puzzle-interventi per costruire comunità”

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Conegliano - Il progetto “puzzle-interventi per costruire comunità” del Comune di Conegliano è risultato il primo classificato in Italia davanti a quelli di Comuni di maggiori dimensioni, secondo la classifica stilata dal Ministero della Solidarietà Sociale, Direzione generale dell’Immigrazione. Tra i primi venti classificati troviamo comuni come Savona, Prato, Cesena, Alessandria, Ancona, Bologna, Chieti, Arezzo, Milano.

A Conegliano gli stranieri residenti sono complessivamente 4.559 (dato al 19 maggio 2008), 2377 maschi e 2182 femmine, appartenenti a 84 etnie diverse (le più numerose sono: 693 cinesi, 410 albanesi, 388 macedoni, 358 rumeni, 335 senegalesi, 315 marocchini, 296 ghanesi, 241 ucraini). Il progetto, finalizzato appunto alla valorizzazione delle seconde generazioni di stranieri presenti in Italia, è volto a promuovere la legalità, la solidarietà e l’educazione al tempo libero come tempo solidale, la partecipazione ed il senso di appartenenza degli adolescenti stranieri alla comunità locale imparando a condividerne le regole, prevenendo i conflitti tra gruppi appartenenti ad etnie diverse. Inoltre vuole favorire l’incontro, l’ascolto e il dialogo, stimolando il senso di solidarietà e di accoglienza, sostenendo l’istituzione scolastica quale luogo di sperimentazione di esperienze significative.

“Promuovere la partecipazione attiva dei giovani vuol dire metterli in condizione di conoscersi tra loro e di condividere quei valori e quelle regole che sono la base della società civile della quale un domani saranno i protagonisti – spiega il sindaco Alberto Maniero – si tratta di quei principi fondamentali della convivenza, il valore della dignità umana e della parità, le regole della vita sociale, nelle relazioni tra cittadini e tra cittadini e lo stato. Siamo soddisfatti per questo riconoscimento che premia anni di lavoro per l’integrazione con l’attivazione di servizi specifici agli immigrati e a garantire il principio di accoglienza”.

Il Ministero della Solidarietà Sociale ha stanziato per Conegliano un finanziamento di 50mila euro. Il progetto sarà avviato entro l’anno ed avrà durata di 18 mesi. “Questo è un riconoscimento per il lavoro di una squadra che da diversi anni lavora sul campo e che vede impegnati dirigenti, operatori, mediatori, associazioni, insegnanti, parrocchie con risultati misurabili in termini di convivenza civile – spiega l’assessore al Progetto Giovani, Loris Balliana – Conegliano si classifica in testa alla graduatoria nazionale con merito per aver saputo recepire prima di altri un fenomeno che è tutt’ora in corso, quello dell’immigrazione, e per aver adottato strumenti condivisi d’azione per governarlo. Sono convinto che questo progetto che riguarda gli adolescenti sarà una base importante per costruire una società civile fondata diritti e doveri condivisi ed il rispetto delle regole”.

 

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×