20/09/2017variabile

21/09/2017quasi sereno

22/09/2017sereno

20 settembre 2017

Montebelluna

BIGLIETTAIO PESTATO DA UN RAGAZZO AL PARCO

Tutto è nato per un diverbio in stazione: il cane dell’aggressore si era steso davanti ad una porta bloccandola e l’operatore aveva chiesto venisse spostato

| commenti |

| commenti |

Montebelluna – Il bigliettaio gli aveva chiesto di allontanarsi insieme al suo cane dalla porta antipanico della biglietteria. Era impossibile aprirla perché l’animale vi si era steso davanti. Lui allora l’aveva pesantemente insultato. Erano stati chiamati i carabinieri che si erano limitati a sedare gli animi, senza però procedere all’identificazione.

È successo mercoledì all’ora di pranzo. Alla sera, il giovane col cane, un poco più che ventenne, ha rincontrato il bigliettaio al Parco Manin. L’ha visto in lontananza è l’ha seguito. Lì è nato un diverbio, evidentemente legato a quanto accaduto la mattina, e a quel punto il giovane ha aggredito l’uomo.

Ha sferrato dei pugni al volto. Il bigliettaio ha dovuto recarsi al pronto soccorso per le ferite riportate. Vari traumi al volto, tra cui una frattura all’apice delle ossa nasali ed una ferita al mento. Ora il ragazzo col cane verrà denunciato per lesioni personali e minacce.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×