17 ottobre 2019

Treviso

CARMEN, LA POTENZA DI ZEFFIRELLI

Spettacolo convincente all’Arena di Verona

| commenti |

| commenti |

La Carmen nella regia di Franco Zeffirelli, ripresa da Marco Gandini, ha avuto sabato 5 luglio il suo settimo esordio dalla rappresentazione assoluta del regista fiorentino avvenuta dal1995 nell'arena di Verona.

Il nuovo spettacolo scaligero dell'opera di Bizet, è scenograficamente potente. Dalla piazza di Siviglia del primo al paesaggio onirico del terzo atto, l'occhio dello spettatore è appagato da un realismo ben calibrato e imponente, ma anche dalla cura dei costumi, firmati da Anna Anni, dalle coreografie di El Camborio e dal sempre intenso Daniel Oren. Il direttore israeliano dopo dieci anni di assenza dal podio dell'arena, omaggia tutti con un’interpretazione ricca di sfumature sinfoniche, non sempre valorizzate dall'acustica, anche attraverso gesti e movimenti magnetici che i suoi estimatori ben conoscono. La bella gitana è interpretata impeccabilmente dalla ungherese Ildiko Komlosi apprezzata a buona ragione dal pubblico scaligero eccezion fatta per una presenza scenica in cui è mancato il calore latino proprio del suo personaggio. Don José è il concreto e costante Marco Berti.

Graditi anche Marco De Felice ed Elena Mosuc nei ruoli, rispettivamente, di Escamillo e Micaela. Per chi non era tra i quattordici mila spettatori dell'anfiteatro romano della calda serata di sabato sono in programma undici repliche dello spettacolo fino a fine agosto. In alternativa programmati per la stagione lirica anche l'Aida, il Rigoletto ed il Nabucco. Biglietti da 198 a 21 Euro.

Francesca De Mori

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×