06 dicembre 2019

Vittorio Veneto

"Non è un paese per mamme". Anzi, sì

Vittorio Veneto si attrezza. Perchè anche i neonati hanno i loro bisogni

commenti |

commenti |

VITTORIO VENETO - Rendere la città a misura di mamme. E' questo lo scopo del Progetto Tempo di Latte, ideato dall'Associazione Casa delle Mamme, in collaborazione con il Comune di Vittorio Veneto e l'Ascom. Allattare e cambiare i pannolini sporchi è una cosa semplice, naturale ma, spesso, non ci sono luoghi adatti dove poterlo fare, al di fuori delle mura domestiche.

 

"L'iniziativa - spiega l'Associazione Casa delle Mamme - mira a ridare valore all'allattamento, eliminando gli ostacoli posti dalla nostra cultura, così poco a misura di mamme e bambine. Il progetto consiste nell'offrire alle mamme degli spazi nei negozi del centro città dove, senza obbligo di acquisto, possano fermarsi ad allattare e cambiare il proprio bambino. Verrà offerta, oltre a una calda accoglienza, segno di incoraggiamento e riconoscenza per il grande lavoro che le madri svolgono allevando i figli del nostro mondo di domani, una sedia per allattare e, se gli spazi lo permettono, anche un fasciatoio per il cambio pannolino".

 

Gli esercizi che aderiscono al progetto Tempo di Latte, riconoscibili dall’esterno grazie all’adesivo, sono Anni Verdi, in Viale della Vittoria 72, Bulli e Pupe in Galleria Concordia 16, Bar Unione in Largo cavallotti 1,Bar Lux in Viale della Vittoria,  Erboristeria Tasso Barbasso in Galleria 4 novembre, I bimbi in divisione Nino Nannetti44, Bar Jolly in Piazza Medaglie d'Oro, Bar K 2 in Viale della Vittoria, Bar Jenny in Galleria al Cavallino, Moda In in porta Cadore 18, Il Treno di Bogotà in via Martiri della Libertà, Sogni nel Cassetto in Piazza Foro Boario, Bar le Maschere in via Garibaldi 81, Trattoria Leon d'Oro i via Cavour 8.

 

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×