22/08/2017quasi sereno

23/08/2017quasi sereno

24/08/2017sereno

22 agosto 2017

Lavoro

Non solo mercatini, il 'vintage lover' sbarca anche in spiaggia.

AdnKronos | commenti |

Roma, 11 ago. (Labitalia) - Mentre negli ultimi anni il vintage smetteva di essere relegato ai mercatini dell’usato e diveniva una vera moda, le contaminazioni fra la modernità e lo stile anni ’40 e ’50 si sono sempre più diffuse, tanto da rendere difficile ai veri cultori distinguersi dalla massa.

Ma cosa rende un vero 'vintage lover' tale? E, soprattutto, come reinventare uno stile vintage partendo da zero? Ecco le regole d’oro da seguire per mostrarsi 'vintage lovers' veri o aspiranti tali, anche in spiaggia. A stilarle il gruppo Space Hotels, che nei suoi alberghi offre la possibilità di un’estate dal sapore anni ’50, soprattutto sulla costa adriatica, dall’Hotel Ambasciatori di Rimini Marina Centro all'Hotel Federico II di Jesi.

-Abbigliamento in stile. Un vero appassionato di stile vintage non perde di vista il look neanche in giornate calde e assolate. Per gli uomini due possibilità: abbigliamento da ragazzo ribelle alla Marlon Brando o un’eleganza più classica, ispirata allo stile di Cary Grant. In questo caso saranno d’obbligo un pantalone lungo con la piega e una polo a righe, dal colletto perfettamente stirato. Per le donne la moda viene in aiuto con vestitini dalle ampie gonne a ruota o gonne con top allacciato in vita. La lunghezza della gonna? Ovviamente sotto il ginocchio.

- Anche in spiaggia. Una vera pin-up moderna conserva anche in spiaggia il suo fascino da diva e sfoggia costumi che esaltano le forme e le nascondono con malizia. Via libera, dunque, a bikini con la culotte a vita alta, assolutamente non sgambati e con top a balconcino; anche il costume intero è un’opzione percorribile tenendo a mente l’ispirazione principale: Marylin Monroe nel suo mitico costume bianco. Per gli uomini il must è costituito da pantaloncini corti aderenti, a vita alta e con la coulisse in vita: è proprio alla fine degli anni ’40, infatti, che il famoso laccetto entra di diritto nel design dei costumi maschili.

- Anche l’accessorio vuole la sua parte. Occhiali da sole ad occhio di gatto e bandana per le signorine e occhiali importanti e panama per gli uomini: un vero 'vintage lover' non può dimenticare gli accessori perché sono proprio quelli che fanno il look. L’attenzione, ovviamente, deve essere riservata anche a scarpe, borse e gioielli: una scarpa sbagliata e addio stile vintage!

- Brillantina e Victory Rolls. Ora che l’abbigliamento è pronto, non resta che passare a 'trucco e parrucco'. Rossetto rosso di rigore, riga di eyeliner disegnata a puntino e capelli in piega. Ma quale acconciatura scegliere per un look dal gusto vintage? La prima cosa è abolire il liscio: negli anni ’50 la moda voleva onde morbide, lucide e acconciature 'tondeggianti' come i Victory rolls. Un 'aggiornamento' accettato è la frangetta molto corta abbinata alle onde. Per gli uomini, inutile dirlo, la regola voleva e vuole tuttora una generosa dose di brillantina a lucidare e fissare i capelli. L’ispirazione è ovviamente il grande Elvis, quindi capelli all’indietro e ciuffo voluminoso sulla fronte.

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


Loading...

Ricerca Lavoro

Cerchi lavoro? Accedi al nostro servizio di ricerca. Seleziona tipologia e provincia e vedi le offerte proposte!


Cerca ora!

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×