12 novembre 2019

Non voglio il rimorso/rimborso Imu!

Categoria: Notizie e politica - Tags: Imu, Berlusconi

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti | (13)

Domenica pomeriggio.

Mi pare che l'Inter abbia vinto col Chievo, che fuori ci siano 8 gradi e che domani sarà nuvoloso.

Mentre zampetto tra notizie, crostoli, frittelle, vestiti da stirare e meteo, scopro che Papi-Berlusconi ha tirato fuori il coniglio (non James) dal cilindro: la sua proposta per un eventuale nuovo governo si riassume nella promessa di risarcire coloro che nel 2012 hanno pagato l'Imu sulla prima casa.

Mi gratto.

Tanto per fare qualcosa.

Ma anche perché penso, grattandomi, che io il risarcimento non lo voglio. Non voglio che il fisco mi risarcisca (il termine è di Papi-Berlusconi) degli 8 euro e rotti che ho versato sulla mia casa.

Non voglio!

Ricevere il risarcimento degli 8 euro e rotti dal fisco, per me vorrebbe dire:

- firmare una raccomandata. (Non la fatela facile: siccome sto pochissimo a casa, per me firmare una raccomandata vuol dire andare in posta, prendere il ticket, fare la fila, chiacchierare per cortesia con le due persone che conosco e non vedo da un secolo, presentarmi allo sportello; cercare la carta d'identità tra la marea di oggetti che si affastellano nella mia borsa e consegnarla a chi di dovere; aspettare che l'impiegata si eclissi nel back stage; firmare la ricevuta, prendere la lettera del fisco);

- andare in banca (Non fatela facile: andare in banca vuol dire: mettere in moto l'auto, parcheggiare sperando di trovare un posto, entrare nell'istituto di credito, prendere il ticket, fare la fila e dire all'impiegato di accreditarmi gli otto euro del fisco sul mio conto corrente, sperando non ci siano oneri da versare per l'operazione);

- ricordarmi di ricordarmi se sono andata a ritirare gli otto euro di risarcimento di fisco.

Insomma: io non so quanto abbiate pagato voi sulla prima casa, ma io ho versato così poco (va be': ho una casa piccola, si vede) che la restituzione della tassa mi incasinerebbe la vita.

Piuttosto vorrei (dovendo strofinare il prossibile candidato premier come fosse una lampada d'ottone): non dover pagare alcun ticket sulle prestazioni ospedaliere (lì sì che farei lo sforzo di chiedere il risarcimento di centinaia di euro); non dover pagare l'iscrizione a scuola di mio figlio (centinaia di euro pure lì); non dover pagare le tasse universitarie di mia figlia (migliaia di euro); non dover pagare il mio dentista (80 euro per pulire gli incisivi e i canini); non dover pagare il biglietto del treno più di un biglietto aereo; vedermi rimborsare la benzina che uso per andare da qui a lì e che finisce in un nanosecondo; non pagare il cinema (è un imprescrittibile momento formativo, non solo di svago!); non pagare il collegamento interner e wifi (devo pur tenermi connessa al mondo, no?); non pagare latte e pane (sono alimenti base, e lo stato dovrebbe fornirli gratuitamente.; non pagare l'acqua (è una risorsa di tutti).

Ecco: scritto questo, sarei disposta a pagare tutto il superfluo. Non ho seconde case, barche, investimenti finanziari, alberghi...Però ho un coniglio nano: se c'è da pagare una tassa per smltire le sue caccole, sono qui. Anche se, a dire il vero, le butto già - con successo - nelle campanule dei geranei rinsecchiti.

 



Commenta questo articolo


gent.ma professoressa, capisco il suo scetticismo, visto l'importo da lei pagato per l'imu anno 2012 sulla prima casa; le assicuro però che c'è gente, specie pensionati, che non hanno grandi deduzioni (figli a carico in casa) e che hanno sborsato comunque qualche centinaio di euro.
Per cui fa bene a manifestare la sua volontà di rinuncia al rimborso ma conceda agli altri di trarne un eventuale beneficio.
Dimenticavo di specificare che la boutade di Berlusconi mi pare priva di senso, per non dire vergognosa, ma questa è una cosa a parte.
Da ultimo, l'inter ha perso a Siena mentre la Juve ha battuto il Chievo; se lei leggesse meglio gli articoli dei suoi colleghi (ma basterebbero i titoli e gli occhielli) eviterebbe errori; così come se si rileggesse ogni tanto quando scrive, eviterebbe errori anche sui suoi articoli.
Poi se vuole bannare anche questo come altra volta successe.....

segnala commento inopportuno

Grazie per le reti/aggiornamento.
E per i rimbotti (giustificati).
Il fatto è che ci vedo poco e scrivo in fretta. E a volte i refusi mi sfuggono.
Ma ha indubbiamente ragione: dovrei rileggere...

segnala commento inopportuno

Se devo essere sincero a me le tasse, chiamate tasse, ma che in realtà non sono altro che un "bisogno di soldi per lo stato", mi fanno sono incavolare.

Sono d'accordo sulla tassa sull'auto, perchè usando la macchina "usuro" l'asfalto, che, in teoria, dovrebbe venir ripristinato.

Ma l'ici/imu sono tasse su una cosa mia già pagata fior di soldi... e allora???
e la storia che i comuni sono a corto di soldi è una pu*****na!

I miei 38€ che ho dato allo stato se me li ridanno indietro io sono strafelice!
O me li metto via e potrò offrire, finalmente, una cena alla mia fidanzata per san valentino!

Ma qui mi sa che è più che altro una questione politica, perchè qualunque cosa faccia berlusconi non va bene, ma solo per il fatto che da fastidio come persona; mi sa tanto che qui la politica non centra niente... è una questione di "pelle".

Ogni tanto mi piacerebbe sentir parlare di PDL e non di Berlusconi.
Siamo incavolati per le tasse che paghiamo, ma quella volta che lo stato ci ridà indietro i soldi non ci va bene... io sinceramente me ne frego della questione del "principio"... io guardo alla fine cosa mi viene in tasca...
Bisognerebbe pensare a lungo termine, ma di questi tempi io da oggi lunedì faccio fatica a guardare oltre il venerdì...

P.s. non sono un fan di Berlusconi.

segnala commento inopportuno

Io invece il rimborso IMU lo voglio eccome. Quei 120 euro pagati stanno bene nelle mie tasche, i 600 euro pagati da mio padre pensionato statale a 800 euro al mese stanno bene nelle sue tasche. I 650 euro pagati da mia nonna 90enne che vive in una casa colonica da sola di inzio 900 gli stanno bene nelle sue tasche anche perché prende la pensione sociale. Quel l'altra mia nonna 93enne che sta in casa di riposo e deve pagare l'IMU come seconda casa quei 450 euro che ha pagato gli stanno bene in tasca! Questo e' solo quello che è successo nella mia famiglia ma penso ci siano milioni di persone in Italia che abbiano affrontato una situazione del genere: da non pagare nulla l'anno prima a pagare centinaia di euro su una casa costruita con tanti sacrifici e con anni di lavoro all'estero!. È non venite a dirmi che di soldi non ce ne sono: ogni anno spendiamo da 19 ai 20 miliardi di euro per la difesa! El'introito dell'IMU sarebbe stato di 3.8 miliardi! I soldi ci sono solo che vanno SPESI BENE.

segnala commento inopportuno

Vedo, leggendo i commenti qui sotto, che sono molti coloro che gioiscono per la proposta di Berlusconi di togliere l’IMU

Sembra che gli italiani abbiano la memoria corta, per non dire assente.

La tassa sulla prima casa (l’Ici per intenderci) è stata tolta da un signore che si chiama Prodi. Poi è arrivato un signore che si chiama Berlusconi che ci ha promesso di togliere quella tassa anche a chi aveva la seconda, la terza e la quarta casa. Anche chi aveva 8 ville in sardegna non avrebbe pagato.

Si è dimenticato di dirci però che avrebbe sostituito quella tassa con una che si sarebbe chiamata IMU. Così Berlusconi inventò l’IMU con decorrenza posticipata in modo che i più distratti e i più c… non associassero la tassa alla sua persona.

In questo modo pensionati, famiglie monoreddito ecc hanno iniziato a ripagare la tassa sulla casa.

Ora, lo stesso gignore, ci promette la restituzione e l’abolizione dell’IMU (Qualcuno potrebbe chiedergli come mai lo ha introdotto e non ha lasciato la defiscalizzazione della prima casa). Non ci dice però con che cosa lo sostituirà questa volta.

Faccio alcune ipotesi. ITEE imposta su terreni edificati ed edificabili. In questo modo la nonna di cui parla “politicamente scorretto” qui sotto, si troverà a pagare 800 euro per la prima casa e 800 euro per il terreno edificabile vicino alla casa.

Ma questa è solo una ipotesi ottimistica conoscendo Berlusconi ovvero il politico che ha alzato più di ogni altro politico la pressione fiscale in questo paese.

Oppure, se è più sfortunato, il pensionato si troverà a pagare 2.000 euro all’anno in più di spese sanitarie all’anno.

Credo che una persona attenta e minimamente seria non dovrebbe farsi infinocchiare da delle promesse che non dicono assolutamente nulla.

Ciò che dobbiamo chiedere ai nostri politici è una diminuzione della pressione fiscale. Cosa importa se mi tolgono 50 euro dal bollo auto se poi me ne mettono 100 euro sulla tassa TV?

Come possono gli italiani fidarsi di una persona che ha promesso meno tasse per tutti e poi le ha aumentate a dismisura?

Come possono fidarsi di uno che ha promesso 1 milione di posti di lavoro quando solo negli ultimi 5 anni i disoccupati sono aumentati di 1 milione e 300 mila?

Mi sembra che il panorama politico italiano offra persone più affidabili.

segnala commento inopportuno

Ho ancora i bollettini dell'ici di quando c'era Prodi e non mi risulta fosse stata avanzata nessuna proposta di legge o nessun decreto per togliere la tassa da parte del governo del mortadella. Guarda caso poi dal primo anno che è' salito al governo Berlusconi e' stata tolta sulla prima casa. Berlusconi aveva promesso di togliere l'Ici sulla prima casa e non sulla seconda o terza e neppure sulla ville di lusso tante' che quelli che le avevano hanno continuato a pagare.L'Imu e' vero che È' stata pensata dal governo Berlusconi e solamente anticipata da Monti solamente con una piccola differenza: Monti l'ha applicata sulla prima casa, cosa che non era prevista per la tassa ideata dal governo Berlusconi. Poi che Berlusconi abbia promesso cose che non è' riuscito a mantenere questo e' vero ma mi pare che lo stato possa andare benissimo avanti senza ulteriore inasprimento della pressione fiscale,anzi potrebbe benissimo calarla e per questo venga pure il rimborso dell'IMU e recuperare soldi dalla diminuzione degli sprechi . (vedere inchiesta del sole 24 ore sulla Croce Rossa, tanto per dirne una).

segnala commento inopportuno

Mi sipiace veramente contraddirla, ma la persona disinformata è Lei.

Se lei riostruisce i fatti l'unico governo ad aver agevolato i possessori di prima casa è stato il governo Prodi. Berlusconi per poter introdurre l'Ici a tutti ha solamente cambiato il nome. Da Ici a Imu

Il 21 dicembre 2007, il Governo Prodi, poco prima della propria caduta, approvò con la legge Finanziaria 2008 un provvedimento volto a ridurre l'ICI prima casa introducendo un'ulteriore detrazione della base imponibile dell'1,33% (sino ad un massimo di 200 euro).

Il successivo Governo Berlusconi con l'emanazione del decreto legge 93/2008, entrato in vigore il 29 maggio 2008, poi convertito in legge 126/2008 pubblicata sulla G.U. 174 del 26 luglio 2008, abolì del tutto l'imposta ICI sulla prima casa mantenendo l'esclusione delle abitazioni signorili, delle ville e dei castelli (Categorie catastali A/1, A/8 e A/9) già introdotta con la Finanziaria 2008.

Il quarto governo Berlusconi, con il d. lgs. n. 23 del 14 marzo 2011 (articoli 7, 8 e 9) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale nº 67 del 23 marzo 2011,[2] ha introdotto l'imposta municipale propria stabilendone la vigenza a partire dal 2014 limitatamente agli immobili diversi dall'abitazione principale (art. 8, comma 2°, d. lgs. 23/2011)).

segnala commento inopportuno

In relazione a quanto scritto dal Sig De Bastiani devo dire che finalmente si da Cesare quel che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio.
Se la gente anzichè parlare a vanvera si informasse e andasse al leggere i verbali del Parlamento Italiano troverebbe quanto detto.
E' vero che si abbiano i versamenti pagati negli anni del governo Prodi, ma solo perchè la soppressione dell'ICI fatta per la prima casa dal governo di Romano Prodi ha effetto per l'anno sucessivo a quello della promulgazione della legge.
Se invece il Padron Berlusconi avesse lasciato l'ICI alle seconde e terze case e ai ricchi forse i Comuni avrebbero avuto ancora delle entrate per i loro fabbisogni.
Mi dispiace che ci siano ancora Italiani che credono alle frottole.
Mi sembra di essere negli anni antecedenti il "ventennio" quando a furor di popolo hanno eletto un personaggio che ci ha portati alla disgrazia della II guerra mondiale e arrivare a capire gli errori di quegli anni solo dopo quella catastrofe e forse, per alcuni, neanche l'hanno ancora capita.

segnala commento inopportuno

Il Sig De Bastiani probabilmente ha ragione, non ho letto le normative a riguardo, ma ricordo che anni fa l'ici sulla mia prima casa (casa... bhe... mini appartamento) lo lo pagavo... oh si che lo pagavo... ma probabilmente era il periodo prima dell'entrata in vigore effettiva della legge.

Ad ogni modo mi piacerebbe conoscere le vostre risposte in merito, appunto, all'articolo...

Voi vorreste il rimborso imu?

segnala commento inopportuno

Non capisco come si possa credere alle fantasticherie di un personaggio che ha smentito nei fatti di governo!!! ogni promessa. E a chi mi dirà che è un fatto personale (ce l'ho con il cavaliere) rispondo che il PDL non esiste se non come partito-padronale, quindi...Allora: 4 miliardi restituiti adesso + 4 miliardi mancanti da quelli del 2013 fanno 8! Li togliamo dalle spese militari, propone qualcuno. Sarei d'accordo, ma mi risulta che il sig. Berlusconi/PdL vagheggia di un esercito europeo potenziato in grado di competere con quello degli USA (leggete sue recenti e ripetute affermazioni in tal senso) quindi l'Italia berlusconina (non è un refuso!) farebbe la sua parte e non certo al ribasso. Quanto al rimborso, quoto la trafila gustosamente descritta dalla blogghista, e anche se appartengo ai privilegiati che lo avrebbero via bonifico direttamente in conto, dovrei cominciare immediatamente a preoccuparmi di quanto dovrò prepararmi a sborsare per coprire questo e altri buchi di bilancio si apriranno. Forse non si sta capendo la gravità della crisi in atto: oggi sono annunciati + di 250 posti di lavoro tagliati da Benetton nella Marca e il taglio di 135 laboratori della zona + 300 da Electrolux a Susegana e conseguenze anche su questo indotto. Cosa dice il sig. Berlusca? Condono tombale? Il suo ritorno, per me, sarebbe la pietra tombale su questo paese!

segnala commento inopportuno

Sono sempre più convinta che li dobbiampo mandare a casa tutti questi farabutti

segnala commento inopportuno

Sono sempre più convinta che li dobbiampo mandare a casa tutti questi farabutti

segnala commento inopportuno

Sono sempre più convinta che li dobbiampo mandare a casa tutti questi farabutti

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×