22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

24/10/2017quasi sereno

22 ottobre 2017

Oderzo Motta

Il Nord Est in musica con gli Accastorta

Sabato a Meduna di Livenza presentazione del nuovo disco del trio che parla di agricoltura alternativa, territorio e tipici luoghi comuni

commenti |

MEDUNA DI LIVENZA - Una band che parla di Nord Est, dei suoi problemi quotidiani e della vita di tutti i giorni in quest’angolo d’Italia.

 

L’ottica è quella degli Accastorta, band formata da tre elementi che presenterà il suo nuovo lavoro discografico sabato 2 aprile alle 21 all’auditorium di Meduna di Livenza.

 

Il disco s’intitola “Ma qui il gallo canta… a tutte le ore”. Si tratta di un album prodotto in collaborazione con Nicolò Gasparini delle Officine Underground di Montebelluna.

 

Undici canzoni, frutto di quasi un anno di lavoro, per un disco ricco di contenuti quali, agricoltura alternativa, territorio, luoghi comuni, nuovi metodi di comunicazione, con l’obiettivo di porre l’attenzione su una presa di coscienza collettiva.

 

Oltre al sound ormai consolidato del trio composto da Emanuele Dall’Acqua voce e chitarra, Alessandro Caicco al basso e Francesco Serafin al kajon, si sono aggiunti la fisarmonica di Raffaele Marcon e le percussioni di Adrian de Pascale.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×