22 gennaio 2020

Montebelluna

Nuova stazione elettrica a Volpago, Terna e Comune si confrontano

Previsto il riassetto della rete tra Treviso e Venezia

commenti |

commenti |

Nuova stazione elettrica a Volpago, Terna e Comune si confrontano

VOLPAGO - Terna, gestore della rete elettrica nazionale, nell’ottica di un confronto che coniughi le esigenze del sistema elettrico con quelle delle popolazioni interessate dalle nuove infrastrutture, incontrerà oggi i Comuni di Volpago e Scorzè per condividere le ipotesi progettuali dell’intervento che interesserà le province di Treviso e Venezia e che prevede la realizzazione della nuova Stazione Elettrica di Volpago e un ampio piano di riassetto della rete elettrica dell’area.  

 

“L’intervento sarà fondamentale per migliorare la stabilità e la qualità della trasmissione elettrica locale adeguandola alle attuali esigenze del territorio; la nuova stazione elettrica di Volpago, infatti, risolvendo le attuali limitazioni di esercizio, consentirà di rendere le reti a 132kV comprese tra Soverzene e Scorzè e quelle a 220 kV dell’area di Polpet, Cordignano, Scorzè e Venezia Nord, caratterizzate da elevati transiti di potenza, più moderne, sicure ed efficienti – spiega una nota di Terna -. È previsto inoltre un importante intervento di razionalizzazione e ammodernamento della rete elettrica esistente che avrà positive ricadute a livello paesaggistico e ambientale per tutto il territorio”.

 

Per realizzare i nuovi raccordi alla stazione verranno infatti posati circa 25 Km di cavi interrati e dunque a impatto ambientale praticamente nullo. Saranno inoltre demoliti più di 14 Km di vecchi elettrodotti, quasi tutti a ridosso dei centri abitati, liberando i comuni interessati (Trevignano, Volpago del Montello, Povegliano, Ponzano Veneto, Paese, Scorzé, Noale) da un consistente numero di sostegni.  

 

“Gli incontri sul territorio – chiude il comunicato - proseguiranno anche nei prossimi mesi e Terna, nell’ottica di una condivisione quanto più ampia possibile del nuovo progetto, organizzerà delle giornate aperte ai cittadini per illustrare la nuova opera e raccogliere osservazioni e suggerimenti”.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×