18 agosto 2019

Mogliano

Nuove piste ciclabili in via Cavalleggeri e via Torni

La Giunta di Mogliano ha approvato il progetto definitivo da 560 mila euro. Il cantiere è in programma per la primavera 2019

commenti |

come sarà via Cavalleggeri

MOGLIANO - La Giunta ha approvato il progetto definitivo delle due nuove piste ciclabili di via Cavalleggeri e via Torni. Al via dunque l’esecuzione delle due importanti e attese opere, la cui realizzazione si concluderà entro il 2019.

“Soddisfatti per aver completato l’iter amministrativo di queste due opere, nonostante alcuni intoppi legati alle procedure di esproprio per via Cavalleggeri. Le due nuove Ciclopedonali significheranno molto per la sicurezza di pedoni e ciclisti in due aree non centrali, ma non per questo meno importanti per la nostra città. La ciclabile di via Torni completa il collegamento verso Marcon, mentre quella di via Cavalleggeri tra le zona residenziali di via Bonotto e via Bianchi con il centro, ampliando sensibilmente i percorsi sicuri del nostro territorio”, commenta il Sindaco Carola Arena.

L’importo con il quale l’Amministrazione ha finanziato interamente l’opera già nel bilancio 2017 ammonta a 560 mila euro. L’Amministrazione ha comunque deciso di partecipare al Bando Regionale per l'assegnazione dei fondi statali per la progettazione e la realizzazione di interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza della circolazione ciclistica cittadina, per tentare di ottenere un finanziamento del 20% dei costi.

La soluzione progettuale adottata per l’intervento su Via Cavalleggeri prevede la realizzazione di un tratto di pista ciclopedonale, a doppio senso di marcia, sul lato est, dal limite del ponte sul Fiume Zero fino al limite della pista ciclopedonale esistente a lato della rotatoria sull’intersezione tra la Tangenziale Nord e via Cavalleggeri. La pista ciclopedonale viene prevista in rilevato sopra il fossato esistente con tombamento dello stesso.

Infine nei tratti dove è già presente l’allargamento della banchina stradale con tombamento del fossato, che viene ricreato al lato est della ciclabile per preservare l’invarianza idraulica, e viene prevista una semplice sistemazione a pista ciclabile della banchina esistente.

Tra le opere previste per la realizzazione della pista ciclopedonale ci sono realizzazione di sottoservizi con collegamenti idraulici tra le intersezioni, impianto di illuminazione pubblica, formazione di rilevati stradali in ampliamento, sistemazione a verde (piante tappezzanti su aiuola spartitraffico), realizzazione di nuova segnaletica orizzontale e verticale.

In occasione dei lavori, inoltre, ci sarà l’opportunità di estendere a via Cavalleggeri la rete metano-gas, da parte del gestore ACM Gas, dando così la possibilità a tutti i residenti di allacciare le proprie abitazioni al servizio. La soluzione progettuale adottata per Via Torni prevede la realizzazione di un tratto di pista ciclopedonale, anche in questo caso a doppio senso di marcia, sul lato Nord della ex SP75, dal limite della pista ciclopedonale esistente che si collega al centro di Mogliano, fino al marciapiede al limite del confine comunale con Marcon. La pista viene prevista in rilevato sopra il fossato esistente con tombamento dello stesso.

Nei tratti dove è già presente l’allargamento della banchina stradale con tombamento del fossato viene prevista una semplice sistemazione a pista ciclabile della banchina esistente. In corrispondenza del sottopasso autostradale la pista viene ridotta a 1,5 metri con innalzamento del piano ciclabile ad 1 metro da terra per protezione contro eventuali urti da traffico stradale.

Sono previste la realizzazione di sottoservizi con collegamenti idraulici, impianto di illuminazione pubblica, realizzazione di rampa con muro di sostegno in calcestruzzo e parapetto, formazione di rilevati stradali in ampliamento, sistemazione a verde (piante tappezzanti su aiuola spartitraffico) e realizzazione di nuova segnaletica orizzontale e verticale.

“La viabilità di via Cavalleggeri è stata aggravata recentemente dalla realizzazione della Tangenziale nord che la attraversa a raso, confermando che la via è di fatto una porta di accesso alla città, senza rallentamenti di incroci e semafori, sempre più utilizzata. Questo comporta criticità nella sicurezza che con l’intervento saranno sanate. Così come in via Torni, dove la carreggiata e il sottopasso autostradale sono ristretti e l’attuale percorso protetto obbliga pedoni e ciclisti ad attraversare in prossimità di curve, situazione di pericolo che il nuovo manufatto eliminerà”, commenta l’assessore ai lavori pubblici, Filippo Catuzzato.

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×