19/09/2018quasi sereno

20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

19 settembre 2018

Esteri

La obbligano a mettere in cane nella cappelliera, il cucciolo muore in aereo

commenti |

Morto per essere rimasto nella cappelliera di un aereo per oltre tre ore. E' la drammatica storia vissuta da una passeggera che ha ritrovato il suo cane senza vita dopo che, in un volo della United Airlines, un assistente di volo l'ha obbligata a mettere l'animale nello scompartimento dedicato ai trolley a mano.

 

Secondo quanto riportato da diverse testate americane, alla donna è stato chiesto di spostare la borsa con il cane perché stava sporgendo nel corridoio. Quando poi l'aereo è atterrato all'aeroporto 'Fiorello LaGuardia' di New York, lunedì notte, l'animale era deceduto.

 

La compagnia aerea ha chiesto scusa per il "tragico incidente". "Ci assumiamo la piena responsabilità di questa tragedia ed esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e ci impegniamo a sostenere le spese" ha fatto sapere la società, tramite la portavoce. "Stiamo indagando a fondo su cosa è successo per evitare che ciò accada di nuovo".

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×