18/01/2019nuvoloso

19/01/2019velature diffuse

20/01/2019quasi sereno

18 gennaio 2019

Vittorio Veneto

Offresi posti a 5 Stelle

Il Movimento si muove tra forze civiche in cerca di alleati per le amministrative 2019

Pietro Panzarino - Vicedirettore | commenti |

VITTORIO VENETO – In questo anno si terranno le elezioni amministrative, ragionevolmente in coincidenza con quelle europee di domenica 26 maggio. Per esaminare l’argomento, ci si è incontrati con una rappresentanza di coloro che si muovono, anche in assenza di un riconoscimento formale, a favore del M5S. Questi gli elementi di maggiore interesse emersi durante la conversazione in redazione. Prima di tutto è opportuno segnalare che l'eventuale ufficializzazione da parte degli organi dirigenti del M5S al gruppo verrà data quando sarà disponibile una lista dei candidati alle amministrative di Vittorio Veneto, e verranno date le autorizzazioni del simbolo M5S.

 

Naturalmente il gruppo dei simpatizzanti mantiene i contatti con i parlamentari del territorio, in modo particolare con il senatore trevigiano Gianni Girotto e il bellunese On.le Federico D' Incà, oltre che con i consiglieri regionali Berti e Scarabel. Alle elezioni ultime di Vittorio Veneto, i simpatizzanti del M5S ufficializzarono una lista che ottenne l’uso del simbolo, per presentarsi alle amministrative con il candidato sindaco Marco Borsoi.

 

I risultati delle amministrative, pur lusingheri con oltre 1000 voti su unica lista e la più bassa spesa depositata, dato il ballottaggio senza apparentamento in scheda della coalizione vincente, non permisero l'elezione di nessun candidato grillino. Nel gruppo attuale si sta cercando quindi di definire una nuova lista per il 2019.

 

Su invito al gruppo, si sono presentati in redazione Gianluca, agente di commercio, Giuliano, pensionato e già docente delle superiori, e Ulisse, che lavora nell'ambito della comunicazione con le video riprese. Il gruppo promotore, in questa prima fase si tratta di una decina di simpatizzanti, non legati da tessera, si muove con una certa sistematicità. Ha al suo attivo alcuni incontri aperti al pubblico, sia in città che fuori e comunicati su temi cittadini. In questo contesto il gruppo si è mosso alla ricerca di un confronto con altri gruppi cittadini, che intendono confrontarsi al di fuori delle sigle politiche tradizionali e in veste di gruppi civici.

 

Fino a questo momento hanno incontrato alcuni soggetti, in rappresentanza di due sottosistemi. I colloqui informali dovrebbero continuare e, alla fine di febbraio o inizio marzo si potrebbe/dovrebbe pervenire alla formazione di una lista. I rapporti avviati un tempo con l'europarlamentare Davide Borrelli, già braccio destro dello stesso Grillo, si sono interrotti, da quando ha lasciato il M5S. Nel corso dell'incontro, a loro avviso, le tematiche a cui sembrano maggiormente interessati sono quelle sull'ambiente, sullo sviluppo futuro della città, sugli aspetti naturalistici e storici. Parlando del Centenario della Grande Guerra e delle iniziative messe in campo dall'Amministrazione Comunale hanno dichiarato di essere stati “soddisfatti del livello raggiunto” e hanno colto “gli aspetti positivi a livello turistico”, anche se speravano che potessero esserci maggiori risorse da parte degli enti superiori.

 

Hanno espresso quindi "un apprezzamento generale"e nel complesso si è trattata "un'ottima vetrina”. L'attuale politica nazionale del M5S viene condivisa e l'idea del contratto su dei punti viene ritenuta positiva ed uno dei tre esponenti ha manifestato interesse, perché su tale falsariga si possano ottenere convergenze su punti chiari di programma per la città.

 

Tornando ai problemi di Vittorio Veneto, ci si è soffermati sul tema dell'inquinamento ambientale che amianto e cromo hanno lasciato sul territorio comunale. Anche sul traforo, sul quale si sono confrontati con l'onorevole D'Incà in Città, prendendo atto della situazione di avanzamento dei lavori, e chiesto di spostare maggiormente a sud l'uscita definitiva (fronte Gennaro) per salvaguardare scuole e chiesa antica ed evitare un ulteriore impattante e costoso secondo stralcio con una sufficiente viabilità esistente.

 

Hanno espresso maggiori preoccupazioni per la zona di San Giacomo a livello di traffico e vivibilità e per la realizzazione della rotonda per la zona industriale della bretella Pinto, per sgravare il traffico nella statale, con fondi che possono essere trovati. Su questi argomenti hanno pubblicato diversi comunicati, senza mai confrontarsi con l'attuale Amministrazione Comunale.

 

Quanto al Prosecco, secondo loro, i vigneti sono troppo numerosi e, quindi, sono preoccupati per l'inquinamento dovuto ai vari pesticidi, che purtroppo interessano anche le altre coltivazioni agricole. Il gruppo conta poter attivare un proprio sito Internet e confida molto sui social e in modo particolare su facebook. Comunque, da subito, per chi volesse dare il proprio aiuto e contributo di idee è possibile contattare il gruppo sui Social network e all'indirizzo mail grillivittorioveneto@gmail.com.

 



foto dell'autore

Pietro Panzarino - Vicedirettore

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×