17 luglio 2019

Oh my George!

Categoria: Persone - Tags: George; george Clooney

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti | (27)

Oh may George!

Sia chiaro: ho un sacco di cose da fare (tipo: ritirare i panni stesi sul terrazzo che la pioggia mica li rilava; togliere i peli di James dal divano (era rosso in origine, non bianco); lavarmi i denti e leggere le bozze del Quindicinale che altrimenti Andrea - vedi alla voce Armellin in Facebook - si arriccia che nemmeno un riccio), ma come faccio a schiodarmi da questa falsasedia (è di quelle ergonomiche, cioè: dovresti appoggiarci il sedere e nello stesso tempo farci pressione con le ginocchia...anche se poi nonsoperché viene da usarla in modo improprio) senza scrivere un post su George?

 

Allora - dicevamo - George (vedi alla voce figo, oppure clooney...dipende dal motore di ricerca) ha deciso di impalmare (che non è qualcosa di erotico: toglietevi l'espressione imbarazzata dalle mutande) la sua bella. E ha dato l'annuncio davanti a un microfono. In piedi, in monopetto grigio-asfalto-A27. Ha detto che tra un paio di settimane sposerà in Italia, a Venezia (no: non a Revine Lago....si camomillino i revinesi) la sua Amal. E - sempre in diretta microfonata - le ha detto di amarla da morire.

Insomma (Monica Masut, ci sei?), Georgino ha fatto la sua dichiarazione. Bello che sembrava vero. Sincero che manco pareva avesse delle telecamere davanti. E io (Monica, ci sei?) mi sono commossa.

 

Perché ho pensato che se il mio/nostro/vostro/loro/pure suo George fa una dichiarazione d'amore ai quattro continenti un motivo c'è. Non ama solo Amal. Non solo ama una donna, ma ama tutte le donne che lo ascoltano/vedono/cliccano.

E' il più grande spettacolo dopo Via col Vento (canterebbe Jovanotti). E' "George Promesso Sposo".

Se Alessandro (vedi alla voce Manzoni, se hai un motore di ricerca letterario) fosse qui ci farebbe sai che spot? uno di quelli che altro 25 lettori/spettatori.

 

Bene: vado a raccogliere la biancheria stonfa.



Commenta questo articolo


SEGNALO IL COMMENTO DELL' ANONIMO ASPARTAME APPARSO SU OGGI TREVISO OGGI DI OGGI, DI CHIARA IMPRONTA FASCISTA. SE SI CONSIDERA CHE VIA RASELLA E' RICONOSCIUTO DALLA CORTE COSTITUZIOALE COME UN LEGITTIMO ATTO DI GUERRA L' AFFERMAZIONE DI ASPARTAME E' APOLOGIA DI REATO
ASPARTAME IN BLOG E' UN ANONIMO CHE SI CELA DIETRO UNO PSEUDONIMO, MA OGGI TREVISO CONOSCE NOME E COGNOME ED INDIRIZZO. STO INVIANDO LA MIA NOTA ALL' ANPI ED ALLE ORGANIZZAZIONI DEMOCRATICHE DI VITTORIO.

aspartame
12/09/2014 - 8:40
CECCHINERIE , BANALITA' : DAL DEVOTO OLI: "STRONZATE"
se dei tizi, non inquadrati in un esercito regolare, senza divisa, si possono permettere attentati contro un esercito regolare, fino a qualche tempo prima nostro alleato, evitando di pagarne le conseguenze allontanandosi e semplicemente mescolandosi alla folla, sicuri di non essere identificati, (lasciando che altri paghino al posto nostro per le nostre bravate, per le quali non paghiamo nessuna conseguenza, veri atti di eroismo (!?)) si deve ammettere allora che i militari regolari possano rivolgere alla stessa popolazione pari "gentilezze" !
Fossi stato al posto di Kappler, in caso di attacco proditorio rivoltomi da civili, avrei fatto una vera strage, altro che 335 detenuti (buona parte già condannati a morte in attesa di esecuzione)
Roma adesso avrebbe la popolazione di Tarzo......
Americani ed inglesi non hanno esitato a bombardare le città tedesche abitate da soli civili, Colonia e Dresda hanno avuto molte più vittime di Nagasaki ed Hiroscima insieme.......nessuna protesta !!! Nessun processo.
Kappler è stato condannato per l'uccisione di 5 (cinque) civili, in quanto il tribunale ha ammesso che gli altri 330 erano stati regolarmente fucilati in ossequio a norme accettate.
Cecchini, lei è uno strazio d'uomo. Che pena, ci vorrebbe una norma speciale anche per lei, ed un Kappler moderno che.....

segnala commento inopportuno

Ma lei è parente del maresciallo Cecchini di Don Matteo?

segnala commento inopportuno

Ohhh...graziaddio! finalmente un blog della più assoluta e rilassante futilità su quel mozzarellone di George. Ma voaltre femene cossa ghe troveo in quel là, a parte i so schei? a mi nol me dis gnent... ghe ne zentomia come lu in giro sol che magari i fa el postìn! (rubacuori anche i postini, in verità...)

Ma ha notato, Graziosissima, quanta gente accigliata c'è attualmente in giro? sarà la crisi economica...sarà il tempo... boh...

segnala commento inopportuno

Saranno i processi in corso?.... Boh. Comunque mozzarellone si addice bene a George.

segnala commento inopportuno

Non è il Manzoni però secondo me ci ha azzeccato:

http://www.youtube.com/watch?v=dGwlbZgoX8U

ROTFL

segnala commento inopportuno

Ano non sta per buco del culo, ma e' un diminutivo di Anonymous. Non e' affettuoso, ma solo per risparmiare tempo. " Intrepido Ano" inutile dirti che non seguo i tuoi consigli di visione. Può darsi che il tuo " coraggioso" compagno d' avventura Poli gli abbia dato un' occhiata. Ano, Poli, Ben e Letame ( ops, Aspartame) che bella banda. Ci tengo a sottolineare a scanso di equivoci che non includo Michele Bastanzetti in questa banda.

segnala commento inopportuno

Tadaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
Per una volta hai fatto la cacchina nel posto giusto!
Vedi che se ti impegni c'entri il buco?

segnala commento inopportuno

Poli mi sembra che l' effetto macchina dipinta innervosisca. Cosa avra' mai combinato per attirare le attenzione di uno o piu' writer di Vittorio?.


segnala commento inopportuno

Bastanzetti non stento a crederle che nel quartiere di Ceneda vi sia abitanti accigliati . Non lo saranno mica per le sue profezie di nemo propheta in patria.

segnala commento inopportuno

" Coraggioso" Anonymous non faccia domande indiscrete.
Inoltre dovrebbe sapere che non rispondo agli anonimi senza palle come lei. Come non rispondo non faccio domande sulla sua parentela. Eventualmente mi limito ad immaginare il lavoro dei suoi zii o quello passato o anche presente di sua madre.

segnala commento inopportuno

Non puoi dire che non rispondi se poi invece rispondi così sul'incazzato facendola tanto fuori dal vasino.
Occhio a quando passeggi e alle macchine, mi raccomando.

segnala commento inopportuno

Da Ros lei non e' certamente accigliata, George Clooney la ama.George Clooney ama tutte le donne.
Complimenti, bel colpo.
Chissà perché immagino Michelino geloso. A quando un post dal titolo: O my Michelino?

segnala commento inopportuno

Caro Cecchini, per come la conosco la Grazisissima Direttora
1) non è mai accigliata
2) è co-protagonista di un lungo e felice matrimonio che le consente anche di celiare sui "temi georgeclooneschi".
3) non scriverà mai un blog "O my Michelino" perché sa bene quali sono i limiti del buon gusto.

Ciò premesso mi sia consentito divulgare che tra la Graziosissima ed il moderatamente grazioso sottoscritto sussiste un rapporto molto antico di reciproca stima.

Buon week end! mi sappia dire, se non le spiace, della celebrazione di Padova sulla Grande Guerra. Tema di cui sono appassionato.

segnala commento inopportuno

Certo che fra mutande e george clown-y si ha l'imbarazzo della scelta per una lettura di qualita'...italiani!!!!!ahahahahahaha

segnala commento inopportuno

Ho il sentimento che Da Ros, si acciglia o si incazza, anche , solamente viene criticato il sagace commentatore che lei chiama Michelino. Ma e' un feeling niente di scientifico.

Una confidenza, anche se rischio di espormi alla sua bruciante ironia. Io ho avuto un' esperienza di vita e lavoro in Viet Nam due residenze per un totale di quasi cinque anni piu' 3 missioni. Un' esperienza molto formativa. Ho imparato a non accigliarmi e a non arrabbiarmi, mai.

Non mi invi pezzi di curriculum vitae di Da Ros, studi, matrimonio, figli , aspetto fisico etc.,etc..mi basta sapere che la chiama Michelino e devo stare attento a criticarla.

Sono perfettamente d' accordo che tutto un blog tutto su lei sarebbe di cattivo gusto. Ma non so i gusti di Da Ros come lei.

Prima Guerra Mondiale. Sto leggendo e guardando molto sul tema. Dalla prossima settimana partecipo ad un' azione per la riabilitazione giuridica dei soldati italiani fucilati/ decimati durante la guerra. In Inghilterra e Germania e' gia' avvenuta, in Francia se ne sta discutendo. In Italia e' stato fatto troppo poco. Un avvocato di Padova, che non conosco, ha inviato tempo fa una lettera alla ministra Pinotti. Non penso di pubblicare l' appello in OT. Non e' l'ambiente.

Mi corregga pure alcuni refusi, grazie!



segnala commento inopportuno

Certo saprà, caro Cecchini, che di soldati fucilati/decimati durante quella spietata carneficina ce ne furono a migliaia in tutti gli eserciti combattenti. Sarebbe veramente interessante uno studio comparativo sulla questione.

Ma parlare di questo su un blog del mozzarellone Clooney mi pare di cattivo gusto. Rimanderei anch'io, come lei, ad altra sede.

segnala commento inopportuno

D' accordo posto una lettera indirizzata a lei , la prossima settima.

segnala commento inopportuno

Non so davvero da dove iniziare. C'è una sottile (nemmeno tanto sottile) linea di chiamiamolo "confine" o "limes" (limite, appunto) tra l'ironia/il di-vertimento condiviso (quello che ci fa schiacciare l'occhietto in segno d'intesa, per dire) e l'occhieggiare nella scollatura della volgarità.
Mi pare che qui, in alcuni rapaci commenti, la linea sia stata polverizzata, più che oltrepassata.
Non entro nel "merito" delle punzecchiature sciocche, ma vorrei far notare che il mio ameno post da casalinga hollywwodtrasportata era relativo al panzerotto, cioè al mozzarellino Clooney (apprezzabile anche in versione gastronomica) e non ad atro ed eventuale.
Per cui invito il signor Francesco Cecchini (ma è proprio il suo nome?) ad attenersi - in eventuali commenti - al tema del post. Senza partire per la tangente, come si dice in gergo tangibile.
Non ho capito uno strazio di quello che ha scritto all'inizio della trafila di commenti (ho pensato pure di cancellare l'intervento perché proprio non c'entrava nulla col mio panzerotto/mozzarellino e, insomma, che figura ci faceva francescocecchini?) ma poi - detto tra noi - non ho avuto tempo. Così il manifesto sta lì. A beneficio di chi non si sa.
Invito inoltre il lettore-commentatore francescocecchini a scrivere privatamente al dott. Bastanzetti le cose che non digerisce, senza tirare in ballo la "graziosissima" (che sarei io: non ci piove) o rapporti di amicizia o certificati anagrafici. Insomma, ribadisco: O abbiamo la capacità di condividere un sorriso, come se stessimo al cabaret della vita/delle notizie. Oppure ingrugnamoci, ma in un angolino. Ché il grugno non è condivisibile. E - se lo è - fa danni.
ps: ho il tema per un altro post. Ma devo fare la lavatrice, prima...

segnala commento inopportuno

Da quando è apparso questo Francescocecchini (tuttoattaccato) c'è stato un susseguirsi di argomenti fuori tema attacchi e chi osava dissentire da lui veniva bersagliato da insulti volgari, minacce stile mafioso e chi più ne ha più ne metta. Non è il classico atteggiamento da troll (io ne so qualcosa) ma proprio una voglia di voler attaccare e insultare più persone possibili. Io sarò "scorretto" (non so più quante volte ho preso per il c... Il Bastanzetti) ma qui ci troviamo veramente davanti a un personaggio con grossi problemi.
Mah, come dice Lei sorridiamoci sopra.
Al prossimo post.

segnala commento inopportuno

Scusa Scorretto, ma a me non risulta proprio che qualcuno mi abbia mai preso per il c...

Di certo ti confondi con qualcun altro...eh...eh eh...

PS: porti le calze a rete?

segnala commento inopportuno

Quando era in costruzione la sua amata "bretella".
Ahahahah!

segnala commento inopportuno

Ben vengano! gli sfottò sono il pane quotidiano, in camerata!

PS: devo dire, da fondamentalista etero, che quando t'ho visto sul ciglio della bretella con le calze a rete ed il mitico tanga rosso (tanto citato da un tuo ammiratore...) facevi una gran figura!

ih ih ih

segnala commento inopportuno

Definirla graziosissima è una responsabilità di Bastanzetti. Guarda un po' gli credo.
Il blog è suo può fare quello che vuole, cancellare i commenti, bannarmi etc.,etc.. se lo fa non mi dispero né arrabbio. Anzi se mi banna è un buon esempio per una blogger che vuole cancllare unpaio di provocatori professionali che infestano il suo blog.Tra l' altro dirige anche OT, con mano ferrea, ma non equa non tollera che si tocchi Michelino, ma passa sopra altri commenti.Conclusione: non seguo i suoi consigli.
Partrire per la tangente è una sua opinione soggettiva. La conservi non ho voglia di contestarla.
Io occupo spazi che trovo, in genere con commenti costruttivi, per me è anche un esercizio di scrittura. Sto imparando a scrivere in italiano.
Il commento di Aspartame di contenuto fascista e con apologia di reato l' ho diffuso in rete ed inviato anche all' ANPI ed alle organizzazioni
francescocecchini è l' username che uso non solo per i blogs di OT, ma per logins. Corrisponde al mio nome e cognome. Se non mi crede non fornisco altre prove.
Sono allergico a quella banda di coraggiosi anonimi che infestano blogs di OT, Ano ( diminuitivo di Anonymous, Poli ( diminutivo di Politica"mente") Ben e Aspartame.
Se li incrocio non mi confronto ricordo loro quello che sono, inutile ripetermi, ora.
E' tutto o quasi e buon bucato.

segnala commento inopportuno

Poli in parte ti ha risposto Bastanzetti che sembra non ti stimi molto e ti conosca . Se è così lo capisco. Inoltre ha ragione se si riferisce a me non lo piglio per il culo, lo critico. Sei tu che ti fai pigliare per il culo a volte, innanzitutto quando sei patetico. Come quando con il tuo socio Ben minacciate di auto documentarti ed io dichiaro di essere terorizzato. E' una presa per il culo.

Francesca Salvador o anche Marangon perdono tempo con te, a spiegarti le cose. Non io. Puoi dire quello che vuoi io ti rammento solamente quello che sei, a volte ti piglio per il culo e poco più. ( rileggiti le precdenti note su Poli)

Broncio. Non ho il broncio, non mi arrabbio, nel tuo caso mi diverto anche. Ti immagino invece con il broncio, quando i writers di Vittorio ti dipingono l' automezzo. Ti penso davanti al tuo automezzo usato come un murales. Un azione criminale, senza dubbio.Comunque ti immagino di fronte al murales non certo un Poli ridens.
Buona notte, esco.

segnala commento inopportuno

Mentre ascolto la rassegna stampa di Radio Radicale, passano anche le nozze di Clooney a Venezia.

Direttora, di "figa" ne capisco veramente poco e con sorpresa osservo come la mia idea di "donna angelicata" sia un mito introvabile. Ma ho pazienza...

Con un certo rammarico noto come non ci siano più le donne come la moglie di Jacopone da Todi. (Nel 1267 sposò Vanna, figlia di Bernardino di Guidone, conte di Coldimezzo. La moglie, secondo la leggenda, morì l'anno seguente durante una festa da ballo, per il crollo di un pavimento: dopo che sul corpo della moglie fu trovato un cilicio che essa indossava anche nelle occasioni mondane (non è chiaro se fosse il marito stesso a costringervela), Jacopo abbandonò la vita mondana e si fece monaco regalando tutto ai poveri).

Ma vengo alla domanda.

Ella non crede che proprio nel momento in cui Clooney si sposa, crolla tutto l'immaginario erotico femminile? Il mito del "single d'oro" crolla. Saperlo a casa sul divano con "quella" a guardare Sky... o Don Matteo...

Aspetto/aspettiamo il post che sta cucinando... :-P

segnala commento inopportuno

Caro Mario, non sto cucinando post (non ancora... vi ho annunciato qualcosa, ma chissà se lo sfornerò)....
Sto leggendo i commenti-oh-mamma.
Per quanto riguarda la mia attenzione per Clooney (non nego sia un gran tomo), devo ammettere che è giocosa. E' soprattutto un gioco tra me e Monica (Masut, per non far nomi) che in una sera di mezza estate abbiamo eletto a Uomo del Navigabile Onirico il Groge. Tutto qui. Detto, tra me te, io e Monica non avevamo altro da fare.
Quindi io su George non ci sprecherei righe che non fossero da ...hai presente il Monopoli!?...Se proprio dovessi immergermi in Gerogino sposo, tipo bagnoschiuma all'ananasso, credo che comunque Quella di Sposarsi sia per lui una gran mossa.
1. Come attore è in discesa. Non ha mai avuto grandi ruoli suoli e il suo facino interpretativo è stato suggerito da fortunate coincidenze (pure di marketing, ovvio...non siamo così sprovvedute).
2. E' un regista "prevedibile". Bravo. Corretto. Ma niente di che.
3. Ha una certa età. Quella mezza età che dev'essere superata con clamore se non si vuole passare alla successiva in silenzio (é una formula retorica idiota quella che ho usato...ha pure un nome, ma non ricordo quale).
4. Auguro a Georgino, come a chiunque altro/a, di trovare un amore bello. Di vivede e condividere il bello che la vita ci offre. Questo, oltre un blog, un sussulto d'ironia, un gioco di parole. Oltre tutto.

segnala commento inopportuno

In una lettera del 12 settembre 2014 firmata da Albino Bizzotto dei Beati costruttori di pace con altri 10 preti ed indirizzata a papa Francesco, in occasione della sua visita a Redipuglia, il 13 settembre 2014, si afferma: «Migliaia e migliaia di soldati sono stati processati e uccisi perché si sono rifiutati di ubbidire a ordini contro l’umanità. Sono stati bollati come vigliacchi e disertori, per noi sono profetici testimoni di umanità e di pace, meritano di essere esplicitamente ricordati nella celebrazione della memoria». Papa Francesco, pur pronunciando un forte discorso contro la guerra («Trovandomi qui,in questo luogo, trovo da dire soltanto una cosa: la guerra è una follia. La guerra distrugge l’essere umano») non ha raccolto l’invito. Noi crediamo che i fucilati per “codardia” o “disobbedienza” durante il grande massacro del 1914-18 vadano riabilitati storicamente e giuridicamente in tutti i Paesi

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×