16 settembre 2019

Vittorio Veneto

OPUSCOLO PROPAGANDISTICO: IL COMUNE PRENDE LE DISTANZE

Libretto distribuito a famiglie e operatori economici all'insaputa del Comune

| commenti | (4) |

| commenti | (4) |

Vittorio Veneto – “Noi cittadini di Vittorio Veneto”... ma noi chi?

In questi giorni è stata distribuita gratuitamente nel vittoriese la guida “Noi cittadini del Comune di Vittorio Veneto”, che si fregia  del patrocinio di diverse forze dell’ordine: nella copertina è testualmente indicato "con l'adesione di: Polizia di Stato; Arma dei Carabinieri; Guardia di Finanza". Direttore editoriale del volumetto è Maurizio Costanzo (così riporta il colophon) ed editore è Tiziano Motti, fondatore dell'assodiazione europa dei Diritti e ora candidato alle elezioni europee.

Il libretto “Noi cittadini del Comune di Vittorio Veneto” riprende gran parte del materiale utilizzato per una precedente Guida del Cittadino realizzata con il patrocinio del Comune, arrivata nelle case dei vittoriesi qualche mese fa. La prima pubblicazione era accompagnata da una lettera di presentazione che riportava anche lo stemma del Comune di Vittorio e un breve discorso dell'assessore Saltini.
A un primo sguardo sembrerebbe quindi che anche "Noi cittadini" goda dell'incoraggiamento del Comune vittoriese.
Ma l’Amministrazione Comunale prende le distanze da questa pubblicazione, della quale non sapeva nulla.
Anzi, si dissocia dai contenuti e dalla pubblicità elettorale contenuta nel libretto e chiarisce di non aver “concesso alcun patrocinio per l’opuscolo arrivato alle famiglie e operatori economici”.

“Vero è – ammette il Comune - che per la prima edizione titolata “Comune di Vittorio Veneto”, arrivata nel corso del 2008 e che conteneva collaborazioni di personaggi quali Maurizio Costanzo e la segreteria della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio dei vari corpi delle Forze dell’Ordine, era stata data all’editore Tiziano Motti la collaborazione e il patrocinio in quanto tra le altre  venivano date ai cittadini informazioni utili per i servizi offerti dal Comune”.

"Noi Cittadini" è nel frattempo diventato anche un programma TV: una striscia quotidiana di 12 minuti, in onda dal lunedì al venerdì nella fascia che precede i notiziari di 19 televisioni locali e di 2 Canali SKY.

E poi nelle cassette postali dei vittoriesi è arrivato questo opuscolo informativo corredato di un po' di propaganda elettorale a sostegno della candidatura europea di Tiziano Motti. L’Amministrazione di Vittorio Veneto non era a conoscenza della seconda uscita e declina quindi ogni responsabilità circa il contenuto della stessa.

Sembra che anche il Comune sia rimasto impigliato, come altre attività e aziende, nell’accordo preso con l’editore della collana di opuscoli. Chi aveva aderito alla prima edizione della pubblicazione, infatti, è stato automaticamente inserito anche nella seconda. E così numerosi enti e operatori loro malgrado, e all’oscuro di una seconda pubblicazione, sono apparsi tra le pagine dell’opuscolo. Che tra l’altro, questa volta, ha anche una chiara impostazione di pubblicità elettorale.

Il caso ha fatto drizzare le antenne anche a Ottavio Pasquotti, del Partito Socialista, che ha chiesto ufficialmente al Prefetto di Treviso se corrisponda al vero che la Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza appoggiano la candidatura al Parlamento europeo di Tiziano Motti ed in caso contrario quali iniziative intendano porre in essere.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Non arrabiatevi ciottadini sudditi il vostro amato berlusconi ne fa di peggio- VOtATELO ANCORA MI RACCOMANDO.

segnala commento inopportuno

caro anonimo, è certissimo e a prova di ogni smentita che è molto meglio il Presidente Berlusconi da quello che è stato il mortedella prodi, o lo sfigato veltroni o del catto comunista partigianello di franceschini falso e incompetente ....

Infatti la popolarità Del Presidente Berlusconi è al massimo storico in periodo di grave crisi, mentre prodi in periodo di vacchi abbastanza grasse era al minimo.

Pensate valutate e votate centro destra alle prox elezioni, a vittorio vencerà De Bastiani, quello giusto però ...!!! come di dice in questi giorni in città.....

willy

segnala commento inopportuno

caro willy, mortadella Prodi sono d'accordo che non vada bene, ma votare uno con un fedina penale come quella di Berlusconi è preoccupante. C'è anche gente diversa e con principi morali di ferro da votare! Montanelli disse bene "forse il problema della moderna dittatura sta nel popolo che ha bisogno di regime, ha bisogno di uno che lo comandi". Lei mi pare rientri in questa categoria, preferisce fingere che tutto vada bene, mentre nello stesso istante uno con la faccia di plastica insieme a quattro ignoranti xenofobi (però seduti a Roma su comode poltrone e con stipendi record) la stanno portando alla rovina. Scommettiamo che a breve i nostri giovani inizieranno a fare le valigie ed emigrare in cerca di un posto migliore come ora fanno i disperati che arrivano con i barconi?
in bocca al lupo

segnala commento inopportuno

Berlusconi Silvio (FI): 2 amnistie (falsa testimonianza P2 e falso in bilancio Macherio); 1 assoluzione dubitativa (corruzione Gdf, falso bilancio Medusa); 1 assoluzione piena (corruzione giudici Sme-Ariosto); 2 assoluzioni per depenalizzazione del
reato da parte dello stesso imputato (falsi in bilancio All Iberian, Sme-Ariosto); 8 archiviazioni (6 per mafia e riciclaggio, 2 per
concorso in strage); 6 prescrizioni (finanziamento illecito a Craxi con All Iberian; falso in bilancio Macherio; falso in bilancio
e appropriazione indebita Fininvest; falso in bilancio Fininvest occulta; falso in bilancio Lentini; corruzione giudiziaria
Mondadori); 3 processi in corso: Telecinco (falso bilancio, frode fiscale, violazione antitrust spagnola), diritti Mediaset (appropriazione indebita, falso bilancio, frode fiscale); 1 indagine in corso
(istigazione alla corruzione di alcuni senatori).

Fonti: “Se li conosci li eviti” di Marco Travaglio e Peter Gomez - Ministero dell’Interno www.interno.it

P.S. Dall'entrata in vigore della lodo alfano oltre ad evitare il processo dove l'avvocato Mills è stato condannato (se condannato è chi la riceve la mazzetta figuriamoci chi la fa) c'è da aggiungere l'utilizzo della lodo stessa per la denuncia per calunnia posta dall'Onorevole di pietro dove il cavaliere ha usato la propria bolla papale d'immunità.

PP.SS prescrizione NON significa innocenza ma solo che il processo a piccoli rinvii ha reso improcessabile il cavaliere e NON innocente.

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

26/05/2019

Italia al voto

Aperte le urne per il rinnovo del Parlamento europeo e per la tornata di amministrative

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×