23/02/2019quasi sereno

24/02/2019quasi sereno

25/02/2019quasi sereno

23 febbraio 2019

Conegliano

Ordina droga online, poi la Finanza scopre una serra di marijuana in cantina

Le indagini sono partite dalla Guardia di Finanza di Conegliano

commenti |

 

CONEGLIANO - La Guardia di Finanza di Treviso ha scoperto, nella cantina di un’abitazione privata, una serra per la coltivazione di marijuana. Sono state rinvenute oltre 100 piante, alte anche più di un metro, alcune ancora in fase vegetativa, altre in fioritura ovvero già poste ad essiccare. In casa erano conservati, altresì, una cinquantina di nuovi germogli, nonché sostanza stupefacente suddivisa in barattoli e bustine e pronta per l’utilizzo per un totale di circa 1 etto e mezzo.

 

L’attività d’indagine posta in essere dai Finanzieri della Compagnia di Conegliano è stata avviata partendo da alcuni ordini di sostanza stupefacente effettuati online da un ventiduenne. Dopo una serie di pedinamenti ed appostamenti, è scattata la perquisizione presso l’abitazione del ragazzo, con l’ausilio dell’unità cinofila del Gruppo di Treviso.

 

Oltre a diversi grammi di marijuana, sul computer sono state rinvenute alcune riprese video della serra. Una veloce analisi ha permesso ai Finanzieri di riconoscere uno stabile ove il giovane si era recato nei giorni precedenti, formalmente riconducibile ad una seconda persona, alla quale era intestata l’utenza elettrica.

 

 

Dalle bollette dell’energia dell’ultimo anno si notava un anomalo incremento dei consumi per varie centinaia di euro. Nella cantina, i due soggetti avevano installato ventilatori, lampade al neon e led, apparecchiature per il controllo della temperatura e dell’umidità dell’aria ed altre attrezzature per la coltivazione della marijuana, trasformandola in una “serra indoor”.

 

Il locale è stato sottoposto a sequestro dalla Guardia di Finanza, unitamente ad un bilancino di precisione e ad altri strumenti impiegati per l’illecita attività (rilevatore PH digitale, pinze da taglio, grinder per tritare lo stupefacente, essiccatore) conservati nell’appartamento. I due italiani sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria locale.

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×