15 novembre 2019

Conegliano

Ordina messa per implorare la Vergine di fermare "l'invasione musulmana"

La richiesta finisce sul bollettino parrocchiale di Codognè

commenti |

commenti |

CODOGNE' - Chiede la celebrazione di una messa per implorare la Vergine di fermare "l'invasione musulmana" in Italia, ma nonostante l'intenzione finisca anche sul bollettino parrocchiale, l'anonimo fedele rimarrà deluso, perché il parroco non ha intenzione di far nulla in questo senso.

 

E' accaduto a Codognè. "Se non mi fosse stata segnalata, già stampata sul bollettino - dice il parroco, don Michele Maiolo - di quella frase non mi sarei mai accorto. La lista delle intenzioni è compilata da un gruppo di ragazzi volontari che trascrivono meccanicamente le diciture trovate nei foglietti dentro le buste, in un file che poi viene stampato. Evidentemente, nella loro ingenuità, non si sono preoccupati di chiedermi chiarimenti e io non ho controllato. Lo avessi fatto, quell'espressione non sarebbe mai stata pubblicata".

 

La richiesta della messa contro "gli invasori musulmani" - riferisce Il Gazzettino - era stata formulata con una donazione di 10 euro, in busta anonima. Questa volta però non c'erano richieste di salvezza dell'anima di qualche defunto, come avviene di solito, ma nientemeno che l'intercessione della Vergine per fermare "l'invasione" del terrorismo islamico. Il sacerdote ha minimizzato l'accaduto, circoscrivendolo allo stato d'animo di un caso singolo che "il buon Dio saprà interpretare".

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×