19/07/2018quasi sereno

20/07/2018quasi sereno

21/07/2018possibile temporale

19 luglio 2018

Agenda

Oro e piombo Il mercato della Grande Guerra.

Pubblicità, cinema e propaganda 1914 - 1918

Incontri - Presentazioni

quando 19/01/2018
orario Dalle 17:30 alle 19:00
dove Vittorio Veneto
Sala Conferenze della Biblioteca Civica di Ceneda
prezzo Ingresso gratuito
info 339 197 9230
organizzazione Università per la Formazione Continua Ippolito Pinto
sito web https://goo.gl/aJNWqM

Nella prima Guerra mondiale, la propaganda che aveva il compito di mobilitare le masse trasse spunto dalla pubblicità e la pubblicità sfruttò il conflitto per vendere al meglio le merci, diventando al contempo parte integrante della comunicazione bellica. In definitiva la pubblicità si trasformava in propaganda così come la propaganda utilizzava la pubblicità: un intreccio diabolico costruito per vendere sia le merci che la guerra. Incuranti del massacro, della violenza, dei sacrifici che milioni di uomini erano costretti a subire, le aziende del fronte interno sfruttavano l'evento per aumentare i loro profitti: il patriottismo degli affari non aveva alcun pudore. Lo Stato divenne onnipresente nella vita sociale, e il marketing patriottico collaborò traendo profitto dalla guerra delle immagini. E in questo tragico contesto che nasce la moderna fabbrica del consenso.

Un invito a riflettere su come la guerra se da un lato porta povertà, sofferenze e tragedie a moltitudini di persone, dall’altro rappresenta fonte di guadagno per pochi che da essa traggono vantaggi e ricchezza.

Altri Eventi nella categoria Incontri - Presentazioni

Commenta questo articolo


Appuntamenti in Evidenza

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×