26/06/2019sereno

27/06/2019quasi sereno

28/06/2019quasi sereno

26 giugno 2019

Montebelluna

In ospedale arriva uno spazio per coloro che assistono familiari o amici in gravi condizioni

“Un’isola di conforto” all’interno dell’ospedale San Valentino che ha il nome di “La Stanza di Jacopo”

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

MONTEBELLUNA – Un nuovo e prezioso servizio al nosocomio cittadino. Una piccola oasi familiare, accanto all’Unità operativa di Anestesia-Rianimazione, arredata come un piccolo monolocale, con cucinetta tavolo, sedie e divano al fine di garantire un ambiente accogliente e confortevole ai pareti dei malati gravi che devono restare per molti giorni la capezzale dei loro cari. L’iniziativa rientra in un progetto a livello nazionale a cura della onlus “La Stanza di Jacopo”, che da il nome anche al progetto.

Jacopo era un ragazzo ligure mancato improvvisamente e in sua memoria la famiglia e gli amici hanno dato vita a quest’organizzazione che ha già promosso la realizzazione di altre 7 “stanze di Jacopo” in giro per l’Italia. “Jacopo ha donato i suoi organi riportando speranza e gioia in coloro che lo hanno incontrato, ad oggi in sette hanno ritrovato il sorriso insieme ai propri cari – ha dichiarato al taglio del nastro Fausta Tocchio, mamma di Jacopo -. Ci insegna ogni giorno il valore del “dono”, ultimo atto dell’esistenza umana e speranza di nuova vita. La “Stanza di Jacopo” è un ambiente separato, arredato ed attrezzato all’ interno del reparto di Anestesia e Rianimazione, realizzato per offrire un momento di dignitosa ospitalità e conforto a chi si trova improvvisamente chiamato ad assistere un proprio caro in una situazione di emergenza”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×