22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

24/10/2017quasi sereno

22 ottobre 2017

Oderzo Motta

In ospedale da fine luglio, muore per i postumi dello shock anafilattico

Addio al 43enne Filippo Speretta. Residente a La Salute di Livenza, era operaio a Cessalto

commenti |

ospedale San Donà

CESSALTO – Addio a Filippo Speretta, 43enne di la Salute di Livenza, operaio a Cessalto, colpito da shock anafilattico per la puntura di un’ape.

Punto lo scorso 27 luglio, l’uomo è deceduto l’altra notte in ospedale di San Donà di Piave.

 Padre di un bambino, era sposato con Mara titolare di una pizzeria al taglio a San Giorgio di Livenza. L’uomo è stato punto da un’ape nella casa del padre a La Salute per aiutarlo a spostare un’asciugatrice.

Ha accusato all’improvviso ha sentito un dolore fortissimo. A causa di un gonfiore preoccupante, il padre lo ha portato in ospedale a Portogruaro dove è arrivato in arresto cardiaco.

Poi il trasferimento a San Donà, dove è deceduto.

Lascia la moglie, il figlio, i genitori e la sorella. Giovedì alle 15,30 il funerale nella chiesa di La Salute.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×