20/10/2018sereno

21/10/2018variabile

22/10/2018quasi sereno

20 ottobre 2018

Montebelluna

Via Ospedale, ok a progetto per la messa in sicurezza

Costerà 48mila euro circa. Via le barriere architettoniche  

commenti |

Via ospedale Montebelluna

MONTEBELLUNA - La Giunta comunale di Montebelluna ha approvato oggi il progetto definitivo-esecutivo per la messa in sicurezza e l’abbattimento delle barriere architettoniche lungo via Ospedale. L’opera avrà un costo di 48mila euro, finanziata per circa 25mila euro con mutuo contratto con Cassa depositi e presiti e circa 23mila euro con prestito obbligazionario.

 

“L’intervento riguarderà entrambi i lati di via Ospedale nel tratto tra la nuova rotatoria di via Santa Caterina l’intersezione a nord con via Montegrappa - Spiega l’assessore ai lavori pubblici, Michele Toaldo -. Prossimamente si andrà in gara in modo da poter eseguire l’intervento nei primi mesi dell’anno prossimo. Con questa opera viene resa più sicura una via tra le più frequentate ad ovest del centro con interventi che permetteranno di abbassare di quota i marciapiedi rendendoli accessibili anche alle persone disabili che si muovono con carrozzina”.

 

Una volta eseguito l’intervento, un ulteriore opera sull’area consisterà nel rendere più sicuro un altro degli incroci pericolosi in città, e cioè quello in via Montegrappa, di fronte all’ospedale. Grazie al confronto tra l’amministrazione comunale e l’Ulss 2, è stato raggiunto un accordo che prevede che il Comune realizzi una rotatoria con l’applicazione dell’avanzo per 90mila euro.

Si tratta di uno degli interventi previsti nel Piano urbano del traffico per cui sarà creata una rotatoria superficiale, a basso impatto sulle infrastrutture e che non va a modificare la pista ciclabile.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×