21 novembre 2019

Vittorio Veneto

OTTOMILA FIRME PER IL MONASTERO

Luigi Villanova continua la sua battaglia contro Scottà

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Vittorio Veneto - Sono in ottomila a voler salvare il monastero di San Giacomo di Veglia, il brolo e le suore. Questo è il numero delle firme raccolte dal comitato spontaneo per la difesa del monastero e Italia Nostra di Conegliano – Vittorio Veneto tra l’Italia, l’Europa e il Sud America.

Luigi Villanova, uno dei suoi più instancabili difensori, intende raggiungere la quota di diecimila. Il 63enne sangiacomese ha rivelato che non si candiderà alle elezioni ma farà quanto è in suo potere per contrastare senza sosta l'attuale amministrazione in difesa del monastero cistercense. Intanto manca poco all'inaugurazione della nuova scuola elementare in area Errera.

Nell’appello che accompagna la petizione per salvaguardare il monastero si legge che «l’amministrazione comunale vuole chiudere il cimitero del convento sangiacomese per edificare nel brolo eletto primo “Luogo del cuore” al censimento nazionale del Fai nel 2007. La chiusura del cimitero e l’edificazione nel brolo comporterebbero di conseguenza l’allontanamento della comunità religiosa e il deterioramento del patrimonio paesaggistico, storico e architettonico».

Si chiede pertanto il vincolo del monastero e del suo brolo «per salvarne il patrimonio artistico e paesaggistico e permettere alla comunità monastica di clausura di rimanere nel luogo abitato ormai da 100 anni».

L'appello sarà inviato ai presidenti della Repubblica, del Consiglio, della Commissione Europea, della Regione, al ministero per i beni culturali e «a tutti gli enti preposti alla difesa dei diritti civili, religiosi e ambientali». 

Anche l’assemblea nazionale degli “Enti locali per la pace e i diritti umani”, associazione che riunisce comuni, province e regioni d'Italia, ha dato il suo appoggio. Tra i comuni aderenti ci sono Roma, Venezia, Napoli, Padova, Perugia, Bergamo e Genova. Addirittura, durante il consiglio mondiale dell’associazione degli enti locali “Città e governi locali uniti”, riunitosi dal 26 al 30 novembre a Istanbul in Turchia, è stato manifestato l'appoggio alla salvaguardia del monastero.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×