08 dicembre 2019

Castelfranco

Parcheggio selvaggio delle bici, disabili ancora in difficoltà

Nuovo caso questa volta presso le piscine e vittima illustre, Anna Bassani

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Parcheggio selvaggio delle bici, disabili ancora in difficoltà

CASTELFRANCO - Disabile nuovamente in difficoltà per la presenza di bici sulla rampa del marciapiede. A denunciare l’ennesimo fatto d’inciviltà è Anna Bassani, anima del volontariato castellano legato al mondo dei diversamente abili che ha posto l’accento non solo su come ancora una volta ci sia chi incatena le bici presso gli scivoli dei marciapiedi ma anche come spesso i parcheggi per disabili siano realizzati senza un’analisi approfondita dei bisogni di chi ha problemi a deambulare.

Nei giorni scorsi Anna Bassani ha postato l’immagine emblematica di biciclette parcheggiate e legate con la catena sullo scivolo del marciapiede davanti alle piscine ma anche del parcheggio che tocca usare per chi vuole nuotare e ha la necessità di sostare, con la propria vettura. “Presso le piscine di Castelfranco – commenta Anna - per entrare nel parcheggio disabili ho dovuto entrare in retromarcia (guardando le foto si capisce il perché). Davanti alla rampa, parcheggio auto regolarmente perché segnalato: nella rampa parcheggiate biciclette con catena quindi non rimovibili. Lascio a voi i commenti, da me segnalato più volte che il parcheggio disabili è sul posto sbagliato”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×