17 novembre 2019

Nord-Est

Parrucchiere non faceva le fatture, il locale viene chiuso per 3 giorni

commenti |

commenti |

La Guardia di finanza di Vicenza hanno dato esecuzione al provvedimento del Direttore generale dell'Agenzia delle entrate del Veneto con il quale è stata disposta la chiusura, per tre giorni, di un salone per acconciature del centro di Arzignano (Vicenza). Il titolare dell'attività commerciale, di nazionalità cinese, si è reso responsabile, secondo le fiamme gialle, di quattro distinte violazioni in materia emissione dello scontrino e/o ricevuta fiscale, commesse nell'arco di cinque anni e constatate dai finanzieri a partire dal 2014.

 

Per chi non rilascia scontrino o ricevuta fiscale è prevista una sanzione amministrativa, il cui ammontare è pari al 100% dell'Iva non documentata e, comunque, non inferiore a 500 euro. Le plurime violazioni riscontrate nel corso del quinquennio, tuttavia, hanno portato i militari ad effettuare un'apposita segnalazione alla Direzione regionale dell'Agenzia delle entrate, affinché provvedesse all'irrogazione della prevista sanzione accessoria della sospensione della licenza, dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività o dell'esercizio dell'attività medesima, per un periodo che può variare da tre giorni a un mese.

 

A seguito della segnalazione, il Direttore regionale dell'Agenzia delle entrate ha pertanto emesso un provvedimento di sospensione dell'esercizio dell'attività per tre giorni. 

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×