12 novembre 2019

Vittorio Veneto

La pesca che aiuta i giovani

Compie 24 anni la pesca di beneficenza di San Tiziano. Il ricavato servirà a dare una cucina ai ragazzi

commenti |

commenti |

VITTORIO VENETO - La pesca di beneficenza della cattedrale compie 24 anni. Nell’edizione 2017, che resterà aperta fino al 22 o al 29 gennaio, saranno 7.500 i premi garantiti tramite un semplice sorteggio. Organizzata dal Gruppo parrocchiale “Pesca di beneficenza”, sotto la guida di Francesca Meneghin, la storica pesca “del Duomo”, conta sull’aiuto di 30 volontari.

 

Nata (ma si era trattato all’epoca di un evento unico) nel 1933 grazie a un’idea di Leonina Frassinelli, che intendeva raccogliere fondi per sistemare il vecchio patronato Costantini, l’attuale pesca prende avvio nel 1994 grazie a Giuseppina Dal Cin e a Francesca Meneghin, da 24 anni consecutivi al timone dell’iniziativa. Grazie ai proventi della pesca, che nel tempo è arrivata a vendere anche 10.500 biglietti, il patronato Costantini ha potuto dotarsi di un ascensore, di una sala giochi, di una sala cinema e di una sala musica, rinnovando infissi, porte, cancello di accesso.

 

“Quest’anno - spiega Meneghin - il ricavato andrà ai giovani, che intendono attrezzare la sala dove ha luogo la pesca con una cucina da sfruttare in diverse occasioni aggregative.”

 

Emanuela Da Ros

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×