21 novembre 2019

Conegliano

Pesticidi spruzzati nel frutteto del Cerletti di Conegliano: "Accusati problemi alle vie respiratorie e alla gola"

Il caso minimizzato dalla scuola: "Solo odori persistenti, nessun malore"

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Pesticidi anche nel frutteto dell’istituto “Cerletti” di Conegliano: la segnalazione arriva da Gianluigi Salvador, del direttivo Pan Italia, che ha riportato il caso all’Icomos, organo consultivo dell’Unesco.

 

“Il trattamento con un pesticida contenente il principio attivo nocivo Ditianon è stato effettuato nel frutteto dell’Isiss Cerletti di Conegliano, centro formativo dei futuri enologi e agricoltori, a meno di 5 metri dalle aule” scrive Salvador.

 

Secondo quanto riportato dall’esponente ambientalista, “alcuni insegnanti hanno accusato problemi alle vie respiratorie, altri alla gola, altri ancora al naso. Ad un’insegnante lacrimavano gli occhi. A detta di alcuni l’aria era molto pungente”. Un cartello della scuola avvisava del trattamento, rendendo noto il principio attivo utilizzato: si tratta di un prodotto classificato come “nocivo”.

 

 

“Il tempo di non rientro nel frutteto è ritenuto prudenziale nei due giorni successivi alla data del trattamento” si legge nella circolare. Si tratta di manifesti che vengono affissi per avvisare dei trattamenti che vengono effettuati nelle coltivazioni della scuola.

 

Il caso è stato comunque minimizzato da Franco Curtolo, collaboratore vicario della preside Damiana Tervilli: “Il trattamento è stato effettuato nel pomeriggio, quindi quando non c’erano lezioni in corso. Alcuni insegnanti hanno segnalato la persistenza di odori la mattina dopo, ma non particolari malori”.

 

Solo in casi eccezionali e in dipendenza da fattori meteorologici quindi i trattamenti coi pesticidi vengono fatti nelle ore mattutine: “In questi casi facciamo chiudere le finestre delle aule” rende noto Curtolo.

 

Dall'istituto è arrivata un'ulteriore precisazione sul prodotto utilizzato: "Si tratta di un fungicida autorizzato dalle linee guida regionali, che non è tossico per le api e per gli insetti utili. Facciamo uno o due interventi in questo periodo, durante la fioritura, quando non ci sono frutti che possono essere irrorati. Altri prodotti con queste caratteristiche non ce ne sono".

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dossier

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×