21 novembre 2019

Vittorio Veneto

Più di 600 firme per salvare il cinema "Verdi"

Sono state protocollate in comune dal consiglio di quartiere di Ceneda

commenti |

commenti |

VITTORIO VENETO - Protocollate in comune le firme per salvare il cinema “Verdi”. La raccolta è un’iniziativa del consiglio di quartiere di Ceneda, che chiede all’amministrazione Tonon di farsi parte attiva per restituire il multisala alla città. Sono in tutto 615 le firme apposte dai cittadini sui moduli predisposti dal comitato.

 

Alcuni di questi risiedono fuori dal comune di Vittorio Veneto: “Questo dimostra che il Verdi è sentito dalla cittadinanza non come un semplice esercizio commerciale, ma come un aspetto importante del patrimonio culturale della città e non solo”, dichiara il presidente del quartiere Massimo Santonastaso.

 

“Chiediamo che l’amministrazione comunale si impegni a restituire a questa città e a tutto il suo comprensorio il cinema Verdi, facendolo riaprire – continua il presidente -. E’ un elemento fondante della vita sociale e culturale della nostra comunità”. Il quartiere ha inoltre consegnato le 457 firme raccolte per la creazione di un parco-giochi per bambini.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×