17 luglio 2019

Nord-Est

Il più piccolo defibrillatore al mondo impiantato ad un paziente: l'intervento in Veneto

commenti |

VERONA - Per la prima volta in Italia è stato effettuato l'intervento di impianto del defibrillatore più piccolo del mondo, il Rivacor 5: a compiere l'impresa è stata la Divisione di Cardiologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Intergrata di Verona - Ospedale di Borgo Trento, diretta dal Flavio Ribichini.

 

Oltre al dispositivo, posto sotto la cute in regione pettorale, sono stati inseriti due appositi fili (detti elettrocateteri) nel cuore di un paziente affetto da grave cardiopatia strutturale, a rischio di aritmie pericolose per la vita. L'intervento è stato portato a termine dall'equipe di elettrofisiologia guidata da Giovanni Morani.

 

Il Rivacor 5 è attualmente il più piccolo defibrillatore al mondo compatibile con risonanza magnetica a 3 Tesla, è dotato di una elevata longevità e di una particolare forma ergonomica e curvata, in grado di farlo adattare meglio all'anatomia della regione pettorale in cui viene posto, riducendo la tensione sottocutanea ed il rischio di erosione della cute.

 

Permette al medico di eseguire un monitoraggio remoto del corretto funzionamento del dispositivo e degli elettrocateteri tramite la telemedicina, nonchè di visualizzare importanti informazioni cliniche. "L'adozione di questa tecnologia di altissimo livello, anteprima assoluta in Italia - sottolinea Morani - testimonia ulteriormente la ricerca continua del miglioramento e dell'eccellenza nella pratica clinica per la cardiologia della nostra azienda sanitaria, nonchè un'altissima attenzione alle necessità cliniche dei pazienti".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×