20/08/2017quasi sereno

21/08/2017quasi sereno

22/08/2017quasi sereno

20 agosto 2017

Conegliano

Piave Servizi, call center in dialetto

Nuovo numero verde per rispondere a tutte le necessità

commenti |

CODOGNE' - Risposte più rapide e chiamate gratuite per gli utenti di Piave Servizi alle prese con un’emergenza. La società presieduta da Alessandro Bonet ha istituito da mercoledì 19 ottobre un numero verde gratuito (800-590705) a cui risponde il call center del Pronto intervento. Il numero sarà attivo 24 ore su 24.

Finora, i cittadini che telefonavano a Piave Servizi per segnalare una richiesta di pronto intervento tecnico trovavano all’altro capo un risponditore che deviava la chiamata a un addetto alla reperibilità per l’acquedotto o per la fognatura a seconda del bisogno. Al nuovo numero verde risponderà direttamente un operatore. Le telefonate ai numeri tradizionali indicheranno all’utente di comporre il numero verde. Tutto ciò a beneficio degli utenti ma anche della società, che agisce in conformità alle direttive dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico che impongono tempi ridotti di risposta e la registrazione delle chiamate. I risultati attesi sono la garanzia di tempi certi e brevi di intervento e la costruzione di un database che consentirà a Piave Servizi di misurare il lavoro svolto e di migliorarlo nel tempo.

 

“Finalmente ci sarà un servizio sempre disponibile e svolto non da operatori elettronici o che rispondono dall’estero ma da persone in carne e ossa in grado di capire le richieste dei cittadini, anche parlando nel loro dialetto se sarà necessario – chiosa il presidente Bonet – vogliamo che tra azienda e utenti ci sia un rapporto umano, fondamentale per una società compartecipata da 39 Comuni del territorio. In più il servizio sarà gratuito, in linea con la nostra mission di essere sempre a disposizione dei cittadini per l’intero servizio idrico integrato: acquedotto, depurazione e fognatura”.

 

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×