11/12/2018sereno

12/12/2018sereno

13/12/2018pioggia e neve debole

11 dicembre 2018

Conegliano

Piave Servizi, utili a 4,3 milioni di euro

Approvato all'unanimità il bilancio 2016

commenti |

CODOGNE' - Gli amministratori dei 39 Comuni delle province di Treviso e Venezia soci di Piave Servizi Srl, gestore del servizio idrico integrato, hanno approvato all’unanimità, nei giorni scorsi, il bilancio consuntivo 2016 illustrato dal presidente del consiglio di amministrazione Alessandro Bonet nella sede di Codognè.

 

Si è trattato, di fatto, del primo bilancio di Piave Servizi, società nata il 31 dicembre 2015 dalla fusione di Servizi Idrici Sinistra Piave e Sile Piave. Prima del voto, il bilancio era stato illustrato dal consiglio d’amministrazione ai sindaci in riunioni suddivise per àmbito territoriale.

 

I ricavi dell’esercizio 2016 ammontano a 37 milioni e 327.000 euro, con un incremento di 5 milioni rispetto ai bilanci dell’anno precedente delle due vecchie società. Le imposte dovute si aggirano sui 2,9 milioni di euro.

 

“Per quest’ultima voce dobbiamo applicare le norme” è intervenuto Bonet, il quale ha aggiunto che la società “ha maturato un utile di un milione e 847.000 euro, in netto incremento rispetto a quello del 2015 di 344.000 euro. Abbiamo voluto mettere a disposizione questa cifra per fare investimenti od opere che dovessero rendersi necessarie.

 

Più utile mettiamo negli investimenti e meno siamo costretti a indebitarci per realizzare le opere che servono al territorio e seguire la nostra "bibbia", ossia il piano degli investimenti approvato in Consiglio di bacino dai sindaci o dai loro delegati, la cui collaborazione è stata fondamentale. Quando si lavora tenendo presente l'interesse comune si possono raggiungere risultati importanti, al di là dei campanili”.

 

Al milione e 847.000 euro di utili destinati agli investimenti vanno aggiunti altri 2,5 milioni di euro che Piave Servizi, grazie al voto dei soci, destinerà a un fondo contro i rischi la cui esistenza deriva da un input dato dalla stessa assemblea l’anno scorso, quando venne fatta presente la possibilità per le società di servizi di ricevere sanzioni dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

 

I soci hanno suggerito di mettere in sicurezza la società rispetto a rischi di sanzioni o di contenziosi che potrebbero vederla vincitrice o soccombente. Da qui la scelta di accantonare 2,5 milioni di euro per questa voce, una cifra che in futuro potrà essere ridotta o aumentata. Grazie a questo dato si spiega la somma di 32,8 milioni di euro alla voce costi del bilancio 2016, con un incremento di 2,1 milioni rispetto all’anno precedente.

 

In realtà le uscite sono diminuite di 400.000 euro, ma nella voce sono inclusi i 2,5 milioni del fondo anti rischi. “La somma rimane a disposizione della società per proteggerla da imprevisti, è una misura da buon padre di famiglia” chiosa il presidente Bonet, che registra con soddisfazione il voto unanime dell’assemblea dei soci sul bilancio 2016, “un documento che si caratterizza per l’ottimo utile e per l’abbattimento dei costi di gestione realizzati nonostante i costi iniziali comportati dalla fusione di Sisp e Sile Piave in Piave Servizi e la relativa necessità di armonizzare i sistemi operativi e gestionali delle due vecchie società nella nuova.

 

Un plauso va naturalmente ai nostri dipendenti, il cui lavoro ha permesso tra le altre cose di introitare 1,5 milioni di euro di somme dovute a Piave Servizi ma che non erano mai state incassate. Siamo molto contenti anche del risultato relativo ai costi di gestione, con risparmi per 400.000 euro. Fin dal suo primo anno di vita – sintetizza Bonet – Piave Servizi ha dimostrato di lavorare con un sistema in grado di produrre risparmi consistenti e di rendere la società operativa, concreta, competitiva e senza paura di guardare al futuro. Finché non ci saranno indicazioni contrarie intendiamo continuare a lavorare con questo sistema”.

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

18/07/2018

Stop all'acqua giovedì notte

A Ponte di Piave e Salgareda possibili disagi per lavori lungo l'acquedotto tra le 23 di giovedì e le 6 di venerdì mattina

immagine della news

13/03/2018

Mercoledì pomeriggio senz'acqua

La segnalazione di Piave Servizi: possibili cali di pressione a Motta e Gorgo per un'intervento di manutenzione all'acquedotto

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×