24/06/2017piovaschi e schiarite

25/06/2017temporale e schiarite

26/06/2017quasi sereno

24 giugno 2017

Vittorio Veneto

Piazza Meschio, incognita convenzione

Privato ricorre al Presidente della Repubblica

Claudia Borsoi | commenti |

VITTORIO VENETO – Pende su piazza Meschio ora anche un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Dopo il ricorso al Tar e la segnalazione di presunto danno erariale alla Corte dei Conti depositato dal consigliere Gianantonio Da Re, è un artigiano di piazza Meschio ad avere avviato un’azione legale contro i contenuti della convenzione portata al voto del consiglio comunale lo scorso marzo.

 

La questione ruota attorno alla cessione alla Zurich per 90 anni del diritto di superficie su 40 parcheggi, pari a 1.084 metri quadrati, che si trovano al primo piano interrato sotto alla piazza e che da Piruea sarebbero stati ad uso pubblico. Secondo il ricorrente, con questa decisione il comune avrebbe ridotto i parcheggi pubblici presenti nell’area della piazza con «conseguente ingiusto danno per gli esercizi commerciali limitrofi».

 

La modifica dell’accordo secondo i legali dell’artigiano avrebbe dovuto comportare l’adozione di un nuovo piano urbanistico, permettere agli interessati di produrre delle osservazioni e, successivamente, un’eventuale approvazione da parte del consiglio comunale. Nel ricorso si chiede, in attesa della decisione, che gli atti vengano sospesi.

 

Il ricorso è stato notificato anche al comune di Vittorio Veneto. «E’ in corso una valutazione tecnica del ricorso depositato – spiega il vice sindaco Alessandro Turchetto -, una valutazione dello stato degli atti alla luce di questa recente novità». Il privato chiede – in attesa che il Presidente della Repubblica si esprima - la sospensione della nuova convenzione. Se così fosse, il cantiere – il cui avvio era stato auspicato dalla giunta per il prossimo autunno – potrebbe avanzare a fatica.

 



Claudia Borsoi

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×