16/07/2018temporale e schiarite

17/07/2018possibile temporale

18/07/2018quasi sereno

16 luglio 2018

Treviso

Picchiata e violentata dal compagno, prima lo denuncia poi lo difende

Kosovaro condannato dal Tribunale di Treviso a 5 anni per violenze

commenti |

TREVISO - Picchiata, violentata e minacciata di morte dal compagno. Ma quando, in tribunale, il giudice ha emesso la condanna nei confronti del compagno, un 30enne kosovaro, la donna, una 43enne albanese, ha cercato di salvarlo rimettendo la querela fatta mesi prima denunciando le continue violenze subite.

Nessuno all’interno del tribunale di Treviso si sarebbe aspettato una presa di posizione di questo tipo da parte della donna, che per mesi all’interno dell’abitazione di Paese, dove viveva con l’uomo e la figlia, ha subito pesanti maltrattamenti fisici e psicologici. Nonostante la remissione delle querela, vista la gravità dei fatti e sulla base dei referti ospedalieri che accertavano le violenze subite dalla donna, la Procura ha proceduto d’ufficio. Il trentenne kosovaro è stato condannato a 5 anni e due mesi di reclusione e rinchiuso nel carcere di Pordenone.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×