22/11/2017parz nuvoloso

23/11/2017nuvoloso

24/11/2017parz nuvoloso

22 novembre 2017

Montebelluna

PIOMBA UBRIACO IN CASA DEI SUOCERI E “RAPISCE” LA FIGLIA

Il 26enne algerino si trovava agli arresti domiciliari. È stato condotto nuovamente in carcere

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

NERVESA – Avrebbe dovuto rimanere agli arresti domiciliari a casa dei genitori in via Conca a Povegliano. Era appena stato uscito dal carcere di Monza, dov’era stato rinchiuso dal 16 ottobre dello scorso anno per spaccio di sostanze stupefacenti.

Secondo quanto stabilito dall’autorità giudiziaria Ilyas Hammadi non avrebbe potuto frequentare altri luoghi. Invece l’algerino di 26 anni ha pensato di andare al bar ad ubriacarsi, sembra per festeggiare la scarcerazione.

Ma dopo aver alzato troppo il gomito ha perso il controllo. E quindi non è andato a Povegliano, ma a Nervesa. Lì, infatti, vive la figlioletta di 3 anni che l’algerino aveva avuto da una ragazza slovacca di 20 anni. In quel momento la ragazza non era in casa, la bambina stava con i suoceri. L’algerino è piombato in casa insieme al fratello che l’aveva accompagnato. «Se non mi date la bambina vi ammazzo», si è messo a strillare. A quel punto ha preso la bambina ed è andato casa dei genitori a Povegliano.

La madre della piccola poco dopo ha chiamato i carabinieri, che sono andati pure loro a Povegliano. Per oltre un’ora i carabinieri hanno tentato di convincerlo a lasciare andare la bambina, ma senza riuscirci. Sono riusciti comunque a distrarlo quel tanto che è bastato alla madre della piccola per entrare in casa e prenderla.

I fatti risalgono al 19 aprile scorso. Ieri i carabinieri l’hanno nuovamente arrestato e condotto in carcere a Treviso, secondo quanto deciso dal Tribunale di Monza, che ha aggravato il regime di arresti domiciliari disponendo nuovamente la custodia cautelare in carcere.

Matteo Ceron

 

Commenta questo articolo


E rispedirlo a calci in c.... in carcere in Algeria non sarebbe meglio, invece di doverlo mantenere qui in Italia a ns spese!!!!

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×